lunedì,Febbraio 6 2023

Aiello, il sindaco Lepore fa chiarezza sulla graduatoria dei caregiver: «I ritardi non sono colpa nostra»

Il primo cittadino risponde nuovamente alla capogruppo di minoranza che aveva presentato un'interrogazione nei giorni scorsi: «La verità confermata da una nota del responsabile dell'ufficio di Piano di Amantea»

Aiello, il sindaco Lepore fa chiarezza sulla graduatoria dei caregiver: «I ritardi non sono colpa nostra»

Il sindaco di Aiello Calabro Luca Lepore fa chiarezza in merito alla graduatoria dei caregiver a seguito della nota del responsabile dell’ufficio di Piano. «La mia risposta all’interrogazione della capogruppo di minoranza ricalca la verità dei fatti verità che oggi viene confermata dalla nota del responsabile», afferma.

Leggi anche ⬇️

A chiarire la questione sollevata dal capogruppo di “Futuro Aiello”, fa sapere il primo cittadino, è il responsabile dell’ufficio di Piano Ambito territoriale sociale m. 3 di Amantea Fedele Vena, il quale con nota protocollo in uscita numero 53 del 23/1/2023 precisa che «la gestione del fondo di cui all’avviso pubblico protocollo numero 365 del 31/5/2022 per l’erogazione del contributo economico in termini di assegno di cura ed assistenza del caregiver familiare e Dgr numero 565 del 18 dicembre 2021 è di competenza dell’ufficio del Piano che sta provvedendo all’istruttoria delle domande integrando così come previsto dall’avviso pubblico la valutazione dei requisiti socioeconomici con quella dei requisiti sanitari di competenza dell’Uvm e dell’Uvmd di Cosenza distretto di Tirreno nel rispetto dell’iter procedurale previsto dalle linee guida regionali di riferimento e dallo stesso avviso pubblico».

«La graduatoria finale – sottolinea il sindaco –, così come si evince dalla nota, verrà pubblicata sull’albo pretorio dell’Ats numero 3 di Amantea e sui siti istituzionali dei rispettivi Comuni di riferimento».

«Spero – aggiunge Lepore – che la nota diramata dal responsabile dell’ufficio di Piano serva al capogruppo di minoranza “Futuro Aiello” per avere contezza della bontà e della correttezza della mia risposta alla sua interrogazione scritta che come ha più volte affermato ha suscitato in lei stupore a mio avviso ingiustificato in quanto non faceva altro che rimarcare la verità dei fatti».

«La nota – conclude – conferma quanto da me precisato che torno a ribadire, l’istruttoria delle domande di cui all’avviso pubblico per l’erogazione del contributo economico per il sostegno del ruolo di cura e assistenza del caregiver familiare non è gestita dal Comune e i ritardi non sono imputabili a questo in quanto a seguito della riforma del welfare la gestione dei servizi sociali è stata demandata agli Ambiti territoriali. Il nostro Comune, così come quelli del comprensorio, fa parte dell’ambito di Amantea, ambito che ha predisposto l’avviso e che ha in istruttoria le domande».

Articoli correlati