sabato,Maggio 25 2024

Inchiesta di Rende, annullata la misura interdittiva al dirigente Minutolo

Il Riesame di Catanzaro su 12 capi d'imputazione ne ha annullati 10. Ora l'indagato può tornare a lavorare

Inchiesta di Rende, annullata la misura interdittiva al dirigente Minutolo

Dopo Annamaria Artese anche il dirigente Francesco Minutolo può tornare in comune a Rende. Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Catanzaro, accogliendo il ricorso presentato dagli avvocati Marco Facciolla e Francesco Muscatello, difensori di uno dei principali indagati dell’indagine della procura di Cosenza sulla presunta mala gestione dell’ente oltre il Campagnano.

Il dirigente responsabile del settore manutenzione del comune di Rende è presente in 12 capi d’imputazione, di cui solo due (30 e 34) hanno retto davanti al Riesame. Gli avvocati infatti hanno avuto ragione su quasi tutta la linea difensiva, evidenziando, anche da un punto di vista documentale, quali sono state le condotte del loro assistito. Pertanto, il Riesame ha annullato la misura interdittiva, consentendo a Francesco Minutolo di poter tornare a lavorare nel settore di competenza