venerdì,Giugno 14 2024

Recovery, una conferma e un annullamento. Un indagato rimane in carcere

Il Riesame di Catanzaro annulla la misura cautelare ad Alessandro Morrone mentre rigetta il ricorso di Maurizio Della Cananea

Recovery, una conferma e un annullamento. Un indagato rimane in carcere

Una conferma e un annullamento. Il Riesame di Catanzaro è stato chiamato ad esprimersi anche sui ricorsi presentati per conto di Alessandro Morrone e Maurizio Della Cananea. Il legale Giuseppe De Marco aveva avanzato richiesta di scarcerazione o comunque di modifica della misura cautelare. In un caso i giudici del Tdl hanno accolto, nell’altro invece hanno rigettato.

Leggi anche ⬇️

Secondo la Dda di Catanzaro, Maurizio Della Cananea (unitamente ad Alessandro Meduri, Francesco Meduri, Pietrangelo Meduri, Antonio Meduri, Enzo Bertocco e Rolando Liguori) avrebbe fornito il suo contributo «all’attuazione del programma criminoso di narcotraffico, occupandosi prevalentemente della custodia, dell’occultamento, della commercializzazione dello stupefacente nonché del recupero dei relativi corrispettivi illeciti e della rendicontazione degli introiti, in esecuzione delle direttive di Filippo Meduri».

Leggi anche ⬇️

Alessandro Morrone è coinvolto nell’operazione Recovery per due episodi di spaccio di droga (articolo 73 in tema di stupefacenti), insieme ad Antonio Caputo, Giuseppe Chianello e Filippo Meduri. Nel caso di Della Cananea, il Riesame di Catanzaro ha confermato la custodia in carcere, mentre per Morrone ha annullato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla pg e dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Articoli correlati