Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli già da record: come Toscano e meglio di Capp e Stringara. Ma il top resta Mimmo-One

Roselli già da record: come Toscano e meglio di Capp e Stringara. Ma il top resta Mimmo-One

Con un gol incassato in sei partite partite, il Cosenza ha eguagliato quello della stagione 2008-2009, ma l’anno prima il tecnico di Cardeto si era superato. I Lupi disputarono undici incontri senza prendere reti.
ciancio a messinaCiancio in azione al San Filippo nel match di sabato pomeriggio col Messina (foto f. pernice)
Un dato netto, inequivocabile che testimonia come la “rivoluzione-roselliana” poggi le proprie fondamenta su una difesa imperforabile. Dopo avervi spiegato che lo stesso miracolo compiuto a Pavia, si sta ripetendo anche a Cosenza nella stessa collocazione temporale (clicca qui), un altro argomento è degno di essere approfondito: i gol incassati. La retroguardia che ha trovato in Tedeschi e Carrieri due pilastri insuperabili e in Ciancio e Corsi terzini adattati alla grande in posizioni non naturali, sta scomodando paragoni col passato e con calciatori che hanno scritto pagine importantissime della storia rossoblù. Un rete subita in sei partite significa andare a ritroso negli almanacchi per spulciare i numeri degli altri campionati e capire con attenzione cosa sta accadendo dalle parti del San Vito. La notizia è che Roselli ha fatto meglio del Cappellacci 1.0 e di Stringara nel 2010-2011. Ha superato anche due incredibili strisce positive di Toscano fatte registrare nella C2 2008-2009 e ne ha eguagliata un’altra del tecnico di Cardeto mandata in archivio sempre nella stessa stagione. Il record del periodo più recente, tuttavia, appartiene sempre a Mimmo-One. Il Cosenza, in Serie D, nel 2007-2008 riuscì nell’impresa pazzesca di capitolare soltanto una volta a cavallo tra la quarta e quattordicesima partita: 11 gare! Fu in quell’occasione che si crearono i presupposti per il salto di categoria. Come detto, Parisi e Braca blindarono la porta di Ambrosi pure l’anno dopo. Dalla terza alla settima e dalla diciannovesima alla ventitreesima giornata (5 gare) raccolsero solo una volta la palla in fondo al sacco, stessa cosa che avvenne dal venticinquesimo al trentesimo turno (6 gare). Stringara dal canto suo iniziò bene il campionato che poi portò al secondo fallimento del 1914: dalla quarta giornata alla settima (4 gare) incassò appena due gol. Cappellacci, infine, alla sua prima esperienza in rossoblù nella Seconda divisione 2013-2014, diede saggio della sua grande organizzazione difensiva tra il decimo e il quattordicesimo turno: fu De Francesco dell’Ischia ad interrompere la striscia positiva.

11 GARE-1 GOL – TOSCANO (SERIE D ’07-’08: dalla 4° alla 14°)
6 GARE -1GOL – ROSELLI (LEGA PRO ’14-’15: dalla 26° alla 31°)
6 GARE-1GOL – TOSCANO (C2 ’08-’09: dalla 25° alla 30°)
5 GARE-1GOL – TOSCANO
(C2 ’08-’09: dalla 3° alla 7°)
5 GARE-1GOL – TOSCANO (C2 ’08-’09: dalla 19° alla 23°)
5 GARE-1GOL – CAPPELLACCI (C2 ’08-’09: dalla 10° alla 14°)
4 GARE-2GOL – STRINGARA (C1 ’10-’11: dalla 4° alla 7°)
CLICCA QUI PER IL NUOVO INDIRIZZO FACEBOOK DI COSENZACHANNEL. RICORDATI DI ATTIVARE LE NOTIFICHE!

Related posts