Tutte 728×90
Tutte 728×90

Coppa Italia, la finale Venezia-Matera incide sui playoff. Il Cosenza può sorridere

Coppa Italia, la finale Venezia-Matera incide sui playoff. Il Cosenza può sorridere

Se i lagunari dovessero centrare direttamente la promozione in Serie B, il Matera lascerebbe libero un posto e dal girone C accederebbe ai playoff anche l’undicesima classificata.

Sarà Venezia-Matera la finale di Coppa Italia Lega Pro 2016-2017: andata il 22 marzo, ritorno il 26 aprile. Pippo Inzaghi vuole prendersi tutto, non solo il primo posto del girone di appartenenza, mentre Gaetano Auteri vuole riscattare col trofeo una vetta ormai sfumata.

Nel pomeriggio di ieri l’Ancona ce l’ha messa tutta per ribaltare l’1-0 dell’andata e c’era riuscito. L’approccio è ottimo, tanto che i marchigiani sfondano con Ricci dopo appena 11′. Al 27′ poi raddoppiano con Zampa, che converte un pallone vagante in area nella rete del raddoppio. A quel punto si svegliano i lucani che fanno 2-1 con Gigli e 2-2 con il solito Negro.

Continua invece il momento magico dei lagunari. Dopo aver consolidato il primo posto in campionato con un vantaggio di +5 sul Parma secondo, i ragazzi di Filippo Inzaghi si sono presi anche la finale di Coppa: 1-1 all’andata, 3-1 al ritorno tra le mura amiche, grazie alla doppietta di Fabiano e al gol di Stulac.

Cosa succede però in ottica playoff? Il regolamento parla chiaro e sottolinea come alla seconda fase della post-season possano accedere non solo le seconde classificate, ma anche chi alzerà al cielo il trofeo suddetto. Questo a patto che non si verifichi una di queste 3 condizioni: piazzamento al primo posto in campionato (il caso del Venezia); piazzamento all’ultimo posto del campionato; piazzamento in zona playout. In caso di ricorrenza di tali ipotesi sarà designata l’altra squadra finalista.

Il Venezia ha messo un pesante +5 tra la prima piazza e il Parma e tutto lascia credere che reggerà botta fino al termine della stagione. A quel punto, a prescindere dall’esito della doppia finale, toccherebbe ad Auteri accedere direttamente alla seconda fase garantendo al girone di appartenenza un posto in più. Il quadro appena descritto, infatti, consentirebbe al girone C di portare ai playoff le formazioni classificatesi dal secondo all’undicesimo posto e non più fino al decimo.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it