Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza si muove: primi passi per Maritato. Piace Perez, poi…

Il Cosenza si muove: primi passi per Maritato. Piace Perez, poi…

Il reparto dove i rossoblù interverranno è l’attacco, ma c’è il problema della lista bloccata. Sondaggio con il bomber ex Modena, il brindisino piaceva già ad agosto.

Gennaio non è vicino, ma ci sono delle occasioni che vanno colte al volo. E’ ciò che ha deciso di fare il Cosenza su input del presidente Guarascio dopo i vari colloqui con il ds Trinchera e l’allenatore Braglia. Uno dei reparti che andrà rinforzato maggiormente, alla luce dello scarso rendimento sotto porta degli attaccanti, è la prima linea. Il mercato dei rossoblù sta seguendo due filoni: operazioni immediate e quelle per le quali bisogna creare i presupposti.

Libero c’è Piergiuseppe Maritato (’89), attaccante nato a Cetraro che in più interviste ha sottolineato come sarebbe attratto dal giocare nello stadio in cui andava da bambino. In estate si è fatto convincere dalle avance del Modena ed ha lasciato quel Livorno ora lanciato verso la B. Il fallimento degli emiliani e una deroga della Figc (era sceso in campo anche con i labronici, ndr) gli permetterebbero di giocare da subito con un terzo club. Il Cosenza si è fatto avanti parlando con l’agente del ragazzo che ha raccolto l’interesse di Via degli Stadi. Le offerte non gli mancano (Lucchese, Samb, Bassano, Siena e il Partizan Tirana di Luciano Moggi), ma da quanto trapelato ha indicato con chiarezza la sua volontà.

Al Marulla c’è il problema relativo alla lista: pur tesserandolo subito, resterebbe fuori dall’elenco dei calciatori utilizzabili perché gli slot degli over sono tutti occupati. Guarascio, Trinchera e Braglia stanno cercando una soluzione, ma l’unica potrebbe essere rappresentata dal far firmare l’attaccante e utilizzarlo a gennaio. Maritato sfrutterebbe dicembre per allenarsi con i nuovi compagni e integrarsi nello spogliatoio.

Non solo Maritato però, perché sul taccuino di Trinchera c’è da almeno inizio agosto il nome di Leonardo Perez (’89) dell’Ascoli. Di tale profilo il direttore sportivo dei Lupi discusse sia con il presidente che con Fontana e alla fine si preferì puntare su Baclet e Mendicino.

Perez nel frattempo non ha giocato neppure un minuto in bianconero a causa dei contrasti con l’allenatore Maresca, esonerato da qualche giorno. Contestualmente al cambio di allenatore Favilli ha subito un grave infortunio, situazione che ha riportato il centravanti brindisino nel novero dei titolari.

Altre cose da segnalare? Una in particolare: Elio Calderini (’87) a gennaio potrebbe concludere prima la sua avventura al Foggia e ritornare in Lega Pro. Gli piacerebbe capire se potesse esserci la possibilità di giocare nuovamente al San Vito e gli amici per sondare il terreno in squadra non gli mancano di certo… (Antonio Clausi)

Related posts