lunedì,Giugno 27 2022

Livorno-Cosenza: le pagelle della formazione rossoblù

Le pagelle rossoblù dopo il match del Cosenza con il Livorno valido per la ventitreesima giornata del campionato di Serie B. [nextpage title=”PERINA” ] PERINA: VOTO 6 Attento sulle uscite alte, riesce a dirigere con la voce la retroguardia e i compagni quando il Livorno cerca di prendere d’infilata la difesa del Cosenza. Ha conferito sicurezza al

Livorno-Cosenza: le pagelle della formazione rossoblù

Le pagelle rossoblù dopo il match del Cosenza con il Livorno valido per la ventitreesima giornata del campionato di Serie B.

[nextpage title=”PERINA” ]

PERINA: VOTO 6 Attento sulle uscite alte, riesce a dirigere con la voce la retroguardia e i compagni quando il Livorno cerca di prendere d’infilata la difesa del Cosenza. Ha conferito sicurezza al reparto tanto da spingere il club a non cercare più un portiere sul mercato. Sul gol non può far nulla.

[/nextpage]

[nextpage title=”BITTANTE” ]

BITTANTE: VOTO 5.5 Per il nuovo terzino del Cosenza si è trattato di un esordio dove c’era da convincere Braglia delle proprie qualità. All’inizio prende confidenza con la nuova maglia, ma non patisce l’emozione. Ma fino alla fine non dà la sensazione di poter fare qualcosa d’eccezionale.

[/nextpage]

[nextpage title=”D’ORAZIO” ]

D’ORAZIO: VOTO 5.5 Il tecnico lo considera un fedelissimo, ma oggi contro il Livorno non sfodera la migliore prestazione della sua permanenza a Cosenza. Nella ripresa soffre l’incisività di Kupics.

[/nextpage]

[nextpage title=”BRUCCINI” ]

BRUCCINI: VOTO 5.5 Sta cercando, partita dopo partita, di recuperare la forma migliore. I risultati, però, faticano a vedersi con continuità. Dopo la buona prova contro il Cittadella, oggi contro il Livorno non trova la posizione in campo e sbaglia appoggi facili. Talvolta cerca di accompagnare l’azione come un anno fa, ma gli esiti sono differenti.

[/nextpage]

[nextpage title=”DERMAKU” ]

DERMAKU: VOTO 6 Ha ragione a voler aspettare una chiamata da una squadra di Serie A o da un top club di Serie B. Gli avanti del Livorno spesso vengono sovrastati dalla sua forza e dal suo senso di posizione. Nei duelli aerei spesso arriva prima degli avversari. Nell’azione del gol, tuttavia, perde la marcatura di Giannetti.

[/nextpage]

[nextpage title=”IDDA” ]

IDDA: VOTO 6 Diligente, attento e con grande voglia di sacrificarsi. La partita del difensore rossoblù potrebbe essere riassunta tutta qui. A volte dà l’impressione di andare in affanno, ma esce dalle situazioni ingarbugliate con grande esperienza.

[/nextpage]

[nextpage title=”BAEZ” ]

BAEZ: VOTO 5.5 Da ex della partita ci teneva a fare bella figura laddove non avevano potuto apprezzarne classe e accelerazioni. Braglia, dopo l’egregia prestazione con Cittadella, lo conferma nell’undici titolare. Gioca meno bene rispetto a sabato scorso, come del resto tutto il tridente offensivo.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”PALMIERO” ]

PALMIERO: VOTO 6 Un pallone di qua e un pallone di là. La sua partita scorre via creando gioco e trotterellando nel cerchio di centrocampo. Quando tutti i compagni decideranno di passare dai suoi piedi senza mettersi in proprio, potrà dire finalmente di essere riuscito a conquistare tutti quanti.

[/nextpage]

[nextpage title=”SCIAUDONE” ]


SCIAUDONE: VOTO 6.5 A Livorno non va in onda l’esultanza in stile Cr7, ma DS16 offre comunque un motivo per essere soddisfatti di lui. Sarà l’aria della Serie B che è tornato a respirare dopo sei mesi di purgatorio, ma il centrocampo del Cosenza ha guadagnato quel motorino inesauribile che Braglia cercava. Lotta su ogni pallone. Prende la traversa prima del 90′.

[/nextpage]

 

[nextpage title=”TUTINO” ]

TUTINO: VOTO 4.5 Dopo Diamanti è il calciatore in campo con il maggiore tasso tecnico. Lo sa e prova la giocata in diverse occasioni, anche quando forse dovrebbe scaricare la palla ad un compagno appostato meglio. Nella ripresa si spegne lentamente, facendosi espellere in malo modo.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”EMBALO” ]


EMBALO: VOTO 5.5 Il Cosenza vuole sfruttare la sua velocità e fa di tutto per innescarne la corsa verso il fondo. L’ex calciatore del Palermo, dal canto suo, è consapevole di giocarsi una chance importante e si mette a disposizione dei compagni. Ma è impalpabile nella ripresa.

[/nextpage]

[nextpage title=”BRAGLIA” ]

BRAGLIA: VOTO 5.5 Parte per Livorno con 17 effettivi a causa della squalifica di Corsi, fin qui sempre utilizzato, e degli infortuni di Trovato, Litteri, Maniero e Garritano. Nel primo tempo si poteva osare di più, viste le difficoltà del Livorno a controllare il tridente, ma nella ripresa la squadra è meno attenta e si sveglia solo nel finale. Il 2-0 è comunque un passivo pesante.

 

[/nextpage]

[nextpage title=”SUBENTRATI” ]


MUNGO: VOTO 5.5 Il suo ingresso in campo non porta benefici al Cosenza.
LEGITTIMO: VOTO 6 Ci mette cuore e tanto agonismo, sfiorando nel finale anche un bellissimo gol al volo.
CAPELA: VOTO 5.5 Entra in campo dopo tanti mesi, commettendo il fallo di rigore su Dumitru.

[/nextpage]

Articoli correlati