Approfondimenti

Il viaggio a Roma del prefetto Paola Galeone per difendersi dalle accuse

Il prefetto Paola Galeone era salita a Roma per spiegare la situazione ai vertici del ministero dell'Interno. Ma la sospensione era in atto.

Il giorno prima che uscisse la notizia sulle testate locali e nazionali, l’ex prefetto di Cosenza, Paola Galeone aveva chiesto ai vertici del ministero dell’Interno di poter salire a Roma per spiegare la situazione. La bufera giudiziaria era già scoppiata, in quanto la questura di Cosenza aveva già informato del caso il capo della polizia e successivamente la procura di Cosenza. Il prefetto Paola Galeone nella Capitale avrebbe riferito ai dirigenti di essere vittima di un complotto. Sta di fatto che la Squadra Mobile di Cosenza ha filmato tutta la scena, sequestrando la somma indebitamente percepita dal prefetto, dopo la proposta avanzata a Cinzia Falcone, presidente del Cas di Camigliatello Silano e di Animed. Spese di rappresentanza che ammontavano a 1220 euro. Soldi che il prefetto Galeone voleva spendere per non farli tornare indietro. La richiesta “shock” ha colto di sorpresa Cinzia Falcone che, dopo averne parlato con alcuni amici di Cosenza e Catanzaro, si è recata in questura per denunciare il prefetto Paola Galeone.

A giorni il nuovo prefetto di Cosenza

La risposta del ministero dell’Interno, alle spiegazioni fornite dal prefetto Paola Galeone, non si è fatta attendere. Sospensione dalle funzioni che ha portato l’ex rappresentante dello Stato in provincia di Cosenza a mettersi in aspettativa. Da qui la decisione di traslocare a Taranto, chiamando una ditta di trasporti che il 31 dicembre scorso ha rimosso le ultime cose dall’ufficio. A giorni, infine, il Consiglio dei Ministri nominerà il nuovo prefetto di Cosenza. E, a quanto pare, sarà un uomo.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina