Cosenza CalcioIn evidenza home

Spezia-Cosenza 5-1: disfatta dei rossoblù. Gara indecorosa, tifosi infuriati

Prestazione indecorosa dei rossoblù in Spezia-Cosenza. Galabinov, Giasy Nzola e una doppietta di Mastinu mettono a nudo i Lupi. Segna Bruccini, ma è inutile.

Spezia-Cosenza è stata una gara imbarazzante da parte di Schiavi e compagni. Il contrario di ciò che serve ad una compagine penultima in classifica che spera di ottenere la salvezza in extremis. Svarioni, poca intensità, distanza tra i reparti, qualità nemmeno a parlarne. Dopo i quattro gol incassati l’anno scorso, ne arrivano altri cinque al Picco. Per mantenere la Serie B adesso serve non solo lo stesso, grande, miracolo. Occorre ritrovare una squadra che dopo il lockdown sembrava aver mutato pelle. Invece è lo stesso, inadeguato, gruppo che non rispecchia affatto le ambizioni della tifoseria. Guarascio in primis, e tutti gli altri, dovranno renderne conto a prescindere dall’esito di questo scellerato campionato. Sul web l’irritazione (eufemismo!) monta, la realtà è sotto gli occhi di tutti.

Spezia-Cosenza: formazioni annunciate

Occhiuzzi manda in campo la stessa formazione di Cremona dove l’undici rossoblù stupì tutti strappando i tre punti. Schiavi torna al centro della difesa, con Idda e Legittimo ai suoi lati. Al fianco di Bruccini in mediana c’è Prezioso, con Casasola e Bittante esterni. Davanti largo al tridente formato da Carretta, Riviere e Baez. Italiano risponde con il 4-3-3, ma manda in panchina Nzola preferendogli Galabinov. E’ una scelta azzeccata perché prima di infortunarsi segna e fa segnare. Assenti Capradossi, i gemelli Ricci e Di Gaudio.

Doppio schiaffo targato Galabinov

Lo Spezia parte con una doppia occasione del centravanti bulgaro, ma il prodotto finale sono un paio di corner. Si tratta delle prove generali del gol che arriva dopo appena 6’ di gioco. I liguri sfondano sulla sinistra con Marchizza che crossa. Galabinov sovrasta Legittimo e beffa Perina: 1-0. La reazione dei Lupi è sterile e i passaggi sbagliati sono troppi, tanti. E’ preciso, invece, ancora l’autore del vantaggio che scatta sì in fuorigioco, ma che serve un cioccolatino a Giasy. Il 2-0 è cosa fatta quando non siamo neppure al 20’.

Baez, è palo!

L’infortunio muscolare della punta bianconera (28’) permette a Nzola di fare il suo ingresso in campo. Ma non è la stessa cosa, così i rossoblù man mano guadagnano campo. Non si rendono tuttavia pericolosi se non al 35’ su calcio piazzato. Baez su punizione disegna una parabola perfetta. La palla, però, anziché riaccendere la scintilla della speranza, si stampa sul palo. Dall’altra parte è Perina a tenere a galla i Lupi con un super-intervento su Mora. Il primo tempo di Spezia-Cosenza finisce sostanzialmente qui nonostante due penalty reclamati dagli ospiti.

E’ notte fonda

Nella ripresa chi si aspetta una scossa, resta deluso. Mastinu, dopo 5’, riceve al centro dell’area, indisturbato, un pallone rasoterra dalla bandierina. Ha il tempo di prendere la mira e di metterla alle spalle di Perina. Errore assurdo quanto intollerabile in Serie B. Occhiuzzi ridisegna il collettivo e passa ad un modulo ultra offensivo che presta il fianco ai contropiedi. In uno di questi arriva il 4-0, sempre ad opera di Mastinu. Bruccini sigla il gol della bandiera, Nzola però cala il pokerissimo a margine dell’ennesima brutta figura difensiva.

Mostra altro

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina