martedì,Maggio 28 2024

“In… Strada per la sanità pubblica”. Manifestazione in P.zza 15 Marzo alle 19

Il balletto di nomine ha acceso ancora di più i riflettori sulla Calabria. L’assenza di una guida per la sanità è pesante, ma si fa sempre più insistente la richiesta di una figura di garanzia. Oggi pomeriggio alle 19 si a Cosenza si tornerà in piazza. Il tam tam mediatico lanciato dagli attivisti e dai

“In… Strada per la sanità pubblica”. Manifestazione in P.zza 15 Marzo alle 19

Il balletto di nomine ha acceso ancora di più i riflettori sulla Calabria. L’assenza di una guida per la sanità è pesante, ma si fa sempre più insistente la richiesta di una figura di garanzia. Oggi pomeriggio alle 19 si a Cosenza si tornerà in piazza. Il tam tam mediatico lanciato dagli attivisti e dai singoli cittadini ha fatto sì che ci sia una nuova manifestazione. Stavolta, considerata la pioggia, si tratterà di un drive-in sotto la statua di Bernardino Telesio in Piazza XV Marzo nel Centro Storico. Il tema è tutto un programma: “In… Strada per la Sanità Pubblica” hanno scritto gli organizzatori. Chiaro il riferimento al numero uno di Emergency e alle loro richieste politiche in materia di diritto alla cura garantito per tutti.

“In… Strada per la Sanità Pubblica” ore 19 a Piazza XV Marzo

«Scendiamo nuovamente in Strada, questa volta in auto, così da garantire la sicurezza di tutti e tutte – scrivono in un documento gli attivisti -. Basta con questo balletto di nomi, basta prendere in giro i calabresi e le calabresi.
In migliaia da settimane chiediamo, attraverso le mobilitazioni, cose molto chiare: un servizio sanitario regionale realmente pubblico e accessibile, un reddito dignitoso per chi è in difficoltà, l’azzeramento del debito sanitario prodotto dalla malapolitica, la riapertura degli ospedali chiusi e l’assunzione di personale sanitario. Questa è la STRADA da percorrere, senza se e senza ma. L’unica nomina che può segnare un cambio di passo e guidare la Calabria in questa direzione dev’essere libera dalle logiche di partito, in grado di rappresentare una rottura con il passato, assecondando unicamente gli interessi dei cittadini e non quelli dei signori della sanità privata convenzionata, che si arricchiscono con i soldi pubblici, costringendoci ad emigrare per curarci. Gino Strada risponde senza dubbio a queste esigenze. Dallo Ionio al Tirreno, dal Pollino allo Stretto, invitiamo tutti i calabresi e tutte le calabresi a mobilitarsi e a scendere in strada con le macchine nelle loro città e nei loro paesi per difendere la nostra regione e lottare per un futuro migliore».

Articoli correlati