mercoledì,Agosto 10 2022

Di Donna: «Guarascio non vuole più vendere. Aspetta riforma o ripescaggio»

Qualche settimana fa, subito dopo la retrocessione, Luca Di Donna si era esposto in prima persona. L’unico, finora, ad aver concesso virgolettati esponendo il proprio pensiero. Il proprietario della quattropuntozero aveva fatto il punto della situazione dopo l’investitura avuta da Paolo Fabiano Pagliuso. A distanza di quasi due settimane, l’imprenditore aggiorna la città sullo stato

Di Donna: «Guarascio non vuole più vendere. Aspetta riforma o ripescaggio»

Qualche settimana fa, subito dopo la retrocessione, Luca Di Donna si era esposto in prima persona. L’unico, finora, ad aver concesso virgolettati esponendo il proprio pensiero. Il proprietario della quattropuntozero aveva fatto il punto della situazione dopo l’investitura avuta da Paolo Fabiano Pagliuso. A distanza di quasi due settimane, l’imprenditore aggiorna la città sullo stato delle cose e sull’intenzione che avrebbe Guarascio circa il Cosenza calcio

Di Donna, ci sono novità sul fronte Guarascio-Cosenza?

«Sì. Ci era stato riferito, da persone vicine al presidente, che il patron si era detto disponibile a incontrarci. L’appuntamento era fissato per sabato, poi rinviato a martedì (rispettivamente 15 e 18 maggio, ndr). Nelle ultime ore, invece, ci è stato detto, sempre dalle stesse persone, che Guarascio, al momento, vuole soprassedere alla vendita. Questo perché è in attesa di eventuali risvolti su ripescaggi e riforme della Serie B o dei campionati»

Quindi, ad oggi, è tutto fermo?

«Le spiego meglio: a me è stato richiesto di andare a parlare con Guarascio perché c’era la possibilità, con una cordata, di intervenire in una situazione così difficile. Erano incontri esplorativi, per capire se le intenzioni da una parte e dall’altra fossero compatibili».

E adesso?

«Non mi pare che ci siano gli estremi per poter continuare questo confronto. E più passa il tempo, più le cose si complicano»