mercoledì,Maggio 25 2022

De Cicco annuncia: «Trovata soluzione su Via Misasi» E crea un polo civico

L'assessore spiega che la piazzetta tra le due scuole farà posto ad una corsia, con Piazza Bilotti che tornerà a senso unico. Intanto nasce "Per un Futuro Insieme"

De Cicco annuncia: «Trovata soluzione su Via Misasi» E crea un polo civico

L’assessore al comune di Cosenza Francesco De Cicco anticipa la soluzione che Palazzo dei Bruzi adopererà per la piazzetta di Via Misasi. Vale a dire l’ex Via Roma, centralissima strada della città animata da una serie di istituti scolastici. Poi annuncia la creazione di un polo civico figlio dell’esperienza maturata nell’ultima tornata elettorale. Proporrà tale modello anche in provincia, dove fa capire di essere intenzionato a presentare delle liste nelle future elezioni in ogni singolo paese. 

Cosenza, De Cicco anticipa la soluzione per Via Misasi

Uno degli argomenti che alimentano il battage mediatico a Cosenza negli ultimi giorni, come detto, è quello relativo alla piazzetta di Via Misasi. Così De Cicco a riguardo: «Si creerà una corsia senza distruggere il parco, con conseguente senso unico su Piazza Bilotti. Con questo e altri provvedimenti garantiremo un miglioramento alla viabilità». L’assessore si riferisce a delle ordinanze «già pronte». «Leveremo, da lunedì a venerdì, le limitazioni nei varchi così da snellire il traffico nei pressi del centro commerciale “i Due Fiumi”. Il provvedimento è condiviso con l’assessore alla Viabilità Covelli e con il sindaco Caruso. Funzioneranno solo di sabato e domenica, quando il corso sarà maggiormente animato». In quella zona non saranno gli unici provvedimenti, perché sarà eliminata anche la pista ciclabile al pari di quella di Via Sertorio Quattromani. Per il Centro Storico, inoltre, creata una squadra ad hoc che si dedicherà alla manutenzione ordinaria quotidiana.

Nasce “Per un Futuro Insieme”

Questione di Via Misasi a parte, De Cicco prende spunto dalla recente competizione elettorale a Cosenza per rilanciare il suo movimento in ottica futura. «Voglio far crescere un modo diverso di fare politica, una politica che viene dal basso – ha detto -. Creeremo uno statuto di un terzo polo civico che si espanderà anche all’esterno dell’area urbana. Non sarà contiguo né alla destra e né alla sinistra, apparterrà ai cittadini. Ad ottobre è nato un voto di opinione che ha toccato i 5mila voti. Sono queste preferenze ad avermi condotto dove sono adesso. Parteciperemo alle prossime elezioni amministrative dei comuni della provincia con il nostro nuovo polo che si chiamerà “Per un Futuro Insieme”».