mercoledì,Dicembre 8 2021

Cosenza, imminente l’apertura dei varchi Ztl. Covelli: «Decongestioniamo il traffico»

L’assessore alla Viabilità e ai Traporti ha incontrato i commercianti a Palazzo dei Bruzi. Rassicurazioni anche sull’ex Via Roma

Cosenza, imminente l’apertura dei varchi Ztl. Covelli: «Decongestioniamo il traffico»

Lo aveva anticipato qualche giorno fa l’assessore Francesco De Cicco in una sua diretta social. Oggi arriva la conferma: parte una nuova fase per la viabilità di Cosenza circa i varchi della ZTL. A breve saranno, infatti, riaperti alla circolazione quelli di Via Gaspare Conforti/via Isonzo e di via Piave. Attualmente l’ordinanza della Polizia Municipale in vigore prevede che il divieto di transito sia attivo dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21, dal lunedì al giovedì e, inoltre, dalle 14 di venerdì alle ore 24 di domenica. Nei giorni festivi infrasettimanali, l’ordinanza vigente vieta il transito dalle 8 alle ore 24. A breve, invece, le cose cambieranno.

Covelli: «Cosenza, riaprono i varchi delle Ztl»

Il riordino della viabilità più volte ribadito durante la campagna elettorale da Franz Caruso troverà a breve attuazione. Un annuncio in questa direzione è stato fatto in occasione dell’incontro con i titolari delle attività commerciali che gravitano nell’area interessata ai nuovi provvedimenti che la Giunta. Ad incontrarli è stato l’assessore ai Lavori Pubblici, Mobilità, Viabilità e Trasporti, Damiano Covelli, nel salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi. Il tutto alla presenza del dirigente del settore trasporti e mobilità, Walter Bloise, della vice comandante della Polizia Municipale, Roberta Iazzolino, e dei consiglieri comunali Concetta De Paola e Massimiliano D’Antonio.

La soluzione allo studio prevede che, a parte i giorni festivi, vi sia il libero passaggio dai varchi di via Piave e via Gaspare Conforti/via Isonzo tutti i giorni, tranne dalle 18 alle 21, per salvaguardare il passeggio sull’isola pedonale. I nuovi provvedimenti entreranno in vigore nei prossimi giorni, non appena sarà approntata la necessaria segnaletica e sarà adeguato il sistema di rilevazione elettronica posto all’ingresso dei varchi.

«Vogliamo mantenere gli impegni presi dal sindaco – ha detto Covelli -. Vogliamo però anzitutto intervenire sulla viabilità nelle due arterie stradali dove insistono quelle attività commerciali che sono state penalizzate dalle chiusure e poi dalla pandemia. Ci sono interventi che si possono fare a costo zero e noi vogliamo darvi corso subito, senza indugi».

Rassicurazioni su Via Roma, la questione piste ciclabili

«La riapertura dei varchi – ha aggiunto – consentirà una maggiore fluidità del traffico con l’eliminazione di quei fattori di stress per gli automobilisti, costretti a snervanti e continue gimkane. Oggi i varchi funzionano a singhiozzo. Dobbiamo invece stabilire nuove regole e nuovi orari e farli diventare permanenti. La città, dal punto di vista della viabilità è messa male. È necessario, pertanto, eliminare quelle criticità che hanno generato, nei titolari di attività commerciali, nei residenti e negli automobilisti, situazioni al limite della esasperazione».

Nel corso dell’incontro sono stati più volte ribaditi gli impegni presi dal Caruso durante la campagna elettorale. Vale a dire la riapertura di via Roma, la restituzione dell’unico senso di marcia in Piazza Bilotti (direzione viale degli Alimena) con l’eliminazione del doppio senso di circolazione e, inoltre, l’eliminazione della rotatoria di via Pasquale Rossi. Sulle piste ciclabili, delle quali Covelli si è dichiarato sostenitore («un sempre più diffuso utilizzo delle due ruote garantirebbe minore inquinamento») l’assessore ha messo in evidenza «l’improvvisazione con la quale sono state realizzate».

«Sono del parere che le piste ciclabili vadano addirittura raddoppiate in città – ha chiuso Covelli – ma tutto questo va equilibrato con la riapertura di alcune strade che sono fondamentali per migliorare la viabilità sul territorio cittadino». L’Assessore Covelli ha, inoltre, assicurato il massimo sforzo, da parte degli uffici competenti, per recuperare il tempo perduto nella realizzazione della bretella di collegamento di via Reggio Calabria (il collegamento viario Via Giovambattista Lupia-Ponte San Francesco di Paola, meglio conosciuto come Ponte di Calatrava).