giovedì,Gennaio 27 2022

Monza-Cosenza 4-1: le pagelle. Prova pessima: non si salva nessuno

I brianzoli non danno scampo ai lupi grazie ad un primo tempo perfetto. Nei rossoblù prova pessima di tanti e nessuno che gioca una partita sufficiente

Monza-Cosenza 4-1: le pagelle. Prova pessima: non si salva nessuno

VIGORITO: VOTO 5,5 Gli avversari gli arrivano da tutte le parti nel primo tempo. Salva all’inizio, poi si arrende anche lui. Forse poteva fare meglio solo sull’ultimo gol.
TIRITIELLO: VOTO 5 Perde ingenuamente palla sul terzo gol e poi non rimedia. Un’altra prova grigia.
RIGIONE: VOTO 5 Sfortunato ma molto tenero sul secondo gol di Mota Carvalho. Sembra rassegnato. Si arrabbia giustamente con Anderson che lascia una prateria al Monza sul gol del 4-1.
VENTURI: VOTO 4,5 Sul primo gol permette al Mota Carvalho di stoppare, aspettare, prendere la mira e metterla nel sette. Errore da matita rossa. Non si riprende.

FLORENZI: VOTO 5 D’Alessandro lo salta con estrema facilità. Giocare dall’inizio in un ruolo così delicato è difficile. Non si risparmia ma non può nulla contro i più esperti avversari.
CARRARO: VOTO 5,5 Travolto anche lui dal centrocampo del Monza, fa poco per metterci una pezza. E’ bravo a trovare la zampata che vale il gol della bandiera. (foto Francesco Grazioli)
PALMIERO: VOTO 4,5 Non la vede mai e per uno come lui è davvero preoccupante. Perde di gran lunga il duello con Barberis. Unica cosa positiva è la punizione assist per il gol di Carraro.
VALLOCCHIA: VOTO 5,5 Parte anche benino con un bel break a tagliare in due la difesa del Monza. Poi sparisce anche lui ma almeno corre e lotta su ogni palla.
SITUM: VOTO 5 Scivola sul gol di Colpani ed è un episodio che condiziona ed indirizza il match. Prova a partire un paio di volte ma Pedro Pereira gli alza sempre lo stop. Rimane negli spogliatoi a fine primo tempo.


MILLICO: VOTO 4,5 E’ l’unico che tira in porta nel Cosenza a parte il gol. Ma scivola in continuazione ed a questi livelli sbagliare i tacchetti e non rimediare è una grande colpa.
GORI: VOTO 5 Dev’essere abbastanza frustrante giocare in una squadra che non gli permette nemmeno una volta di poter essere pericoloso. Marrone e Caldirola non gli concedono una palla e lui non estrae nessun coniglio dal cilindro.
ZAFFARONI: VOTO 5 Un punto in cinque partite e questa è sicuramente la peggiore di tutte per rendimento. Cosenza mai in partita che arriva a Monza quasi rassegnato. Non ha le armi per combattere contro questi avversari ma la sua squadra non ci mette nemmeno il cuore. Giusto un po’ meglio nel secondo tempo, anche perché i brianzoli non spingono più come prima.

SUBENTRATI
CORSI: VOTO 5,5
Il Monza non ha alcuna necessità di attaccare nella ripresa. Il 2 dei lupi si piazza a sinistra per Situm e svolge il suo compitino senza infamia e senza lode.
CASO: VOTO 5
Prova qualche volteggio ma nemmeno per lui c’è modo di trovare spazio e di mettersi in evidenza nella difesa monzese.
ANDERSON: VOTO 4,5
Entra svogliato. Soffre quando D’Alessandro lo punta, prova a farsi vedere ma è quasi svogliato nell’ultima azione del match quando non prova nemmeno a rincorrere Gytkjaer sul gol del 4-1.
GERBO: SV
Pochi minuti ma almeno combatte.
BOULTAM: SV

Articoli correlati