mercoledì,Giugno 29 2022

San Giovanni in Fiore, sui social il ricordo di Serena e Victor morti in un tragico incidente. Domani lutto cittadino

I due giovani hanno perso la vita domenica scorsa sulla statale 107 a Camigliatello: la moto a bordo della quale viaggiavano si è scontrata con un'auto

San Giovanni in Fiore, sui social il ricordo di Serena e Victor morti in un tragico incidente. Domani lutto cittadino

di Franco Laratta

Era il 25 dicembre del 2011. Era la notte di Natale quando un tragico incidente, avvenuto lungo la SGC- 107 Silana-Crotonese all’altezza di San Giovanni in Fiore, fece cinque le vittime, tutti ragazzi. Erano a bordo di una Volkswagen Lupo che si scontrò frontalmente con una Nissan Santa Fe proveniente dal senso opposto. Le vittime tutte attorno ai 20 anni, due addirittura minorenni e tra loro anche due fratelli. Tutti e cinque figli di una città che rimase sconvolta per mesi. La notizia è rimasta per tutto il giorno di Natale in testa ai titoli dei telegiornali.

Domenica 15 maggio 2022. Una domenica di sangue. Un nuovo tragico incidente, sempre sulla statale 107, nei pressi di Camigliatello Silano, in località Giordanello. Coinvolte un’auto e una moto davanti al distributore di carburanti. Anche questa volta le vittime sono due giovani di San Giovanni in Fiore, Serena Iuliano e Victor Lopez da pochi anni sposati. Erano in moto e stavano rientrando a casa.

Il ricordo di Serena e Victor

Tragedie immense, e non sono purtroppo solo queste due, che raccontano di vite spezzate, di famiglie distrutte, di genitori a pezzi. Molto spesso si tratta di ragazzi, ma poi ci sono anche persone adulte costrette quotidianamente per lavoro a percorrere la silana-crotonese, per Cosenza o per Crotone. Serena Iuliano e Victor Lopez vengono ricordate in questi giorni soprattutto sui social dove a centinaia raccontano i loro rapporti di amicizia con le vittime, anche semplicemente chi li ha visti a lavoro, entrambi sorridenti e sempre disponibili.

Giuseppe Tavaglione è il fotografo del matrimonio dei due ragazzi: «Portavate felicità e semplicità ovunque voi andavate e adesso dei vostri sorrisi e della vostra spontaneità ne godranno gli Angeli. È stato un piacere conoscervi. Ora riposate insieme per sempre”.

Liviana Mirarchi, titolare di una rinomata casa di moda: “Mi rifiuto di credere. Non voglio credere: i vostri sorrisi spenti per sempre. Sorridenti, innamorati, felici: voglio ricordarvi così. Le telefonate di Victor: “mi metti da parte la T-shirt Love per Serena”? Le telefonate di Serena: “mi metti da parte la T-shirt di Moschino per Victor?” E nella prima domenica d’estate tutto questo è finito: i sogni, i progetti, le speranze. Tutto finito sull’asfalto».

Antonio Macrillo, titolare di una palestra: “Ogni volta che venivi da me in palestra, dicevi: ‘coach, un giorno avrò il tuo fisico’? A te non serviva il fisico, perché eri già una persona fantastica con la tua umiltà e la tua allegria”.

Lutto cittadino a San Giovanni in Fiore

Il lutto cittadino proclamato dal sindaco è il segno di una profonda e sentita partecipazione di tutta la città alla tragedia di due trentenni che non li rivedremo mai più, loro così belli, così pieni di vita.

I funerali si svolgerenno domani nella storica Abbazia Florense. È la stessa splendida chiesa che li ha visti unirsi in matrimonio e che ora li vede insieme per l’ultimo saluto, l’estrema benedizione, l’inizio dell’ultimo viaggio di una giovane coppia che non doveva spegnersi, non poteva morire. Nessuno può accettare una morte così violenta, così tragica.

Nella liturgia funebre il sacerdote leggerà un passo che apre le porte alla speranza: «…e se ci rattrista la certezza di dover morire, ci consola la promessa dell’immortalità futura». Per chi crede è già una speranza.