giovedì,Maggio 23 2024

Nuovo ospedale di Cosenza, sul sito di Vaglio Lise pronte le barricate di Palazzo dei Bruzi

La Regione rimette in discussione l'area individuata dal Comune, dove ieri si sono registrate scintille in commissione Salute. Nel decreto per l’affidamento dei servizi tecnici per la redazione del Documento di fattibilità delle alternative progettuali compare l'ipotesi che l'opera possa essere costruita ad Arcavacata

Nuovo ospedale di Cosenza, sul sito di Vaglio Lise pronte le barricate di Palazzo dei Bruzi

La notizia svelata dal nostro network che il sito di Vaglio Lise potrebbe non risultare quello destinatario del nuovo ospedale di Cosenza ha creato ben oltre uno stato di agitazione a Palazzo dei Bruzi. Ieri pomeriggio, durante la commissione Salute, il presidente Giuseppe Ciacco ha parlato di un «oltraggio al Consiglio comunale bruzio» rivolgendosi al commissario dell’Azienda Ospedaliera Vitaliano De Salazar. Commissario che dal canto suo ha ribadidi avere un ruolo “tecnico” e non politico nella sanità cittadina.

Le voci provenienti dai banchi della maggioranza e della giunta, tuttavia, viaggiano in un’unica direzione: su questo argomento si faranno le barricate. A riguardo, non è neppure da escludere che al tema in questione possa essere dedicato un punto nella prossima assise.

Fatto sta che ieri mattina da Palazzo dei Bruzi avevano accolto di buon occhio il decreto della Cittadella, il N°. 9088 del 27/06/2023, probabilmente non rendendosi pienamente conto che si trattava dell’affidamento dei servizi tecnici per la redazione del Documento di fattibilità delle alternative progettuali (DocFAP).

Infatti, oltre al sito prescelto dal consiglio comunale di Cosenza sulla base di uno studio di fattibilità commissionato dall’allora governatore Oliverio, sono oggetto di affidamento altre due alternative progettuali individuate tramite la valutazione di studi e indagini. La prima è attinente all’ipotesi di una località ricadente nel Comune di Rende (ad Arcavacata, ndr) la seconda a un’altra area che sarà valutata in corso di affidamento tra la Stazione appaltante e l’aggiudicatario.    

CONTINUA A LEGGERE SU LACNEWS 24

Articoli correlati