sabato,Dicembre 9 2023

Cosenza, Caruso annuncia la rivisitazione delle deleghe in giunta. «Ma non toccherò equilibri politici»

Il sindaco: «Ho in mente una rosa di nomi per sostituire l'assessore al Bilancio. Per il resto la maggioranza è solida e non c'è bisogno di rimpasti. Alcuni settori riceveranno però delle sollecitazioni»

Cosenza, Caruso annuncia la rivisitazione delle deleghe in giunta. «Ma non toccherò equilibri politici»

 Le dimissioni di Francesco Giordano hanno accelerato un processo che era nell’aria. Franz Caruso è pronto a rimescolare le carte della giunta del Comune di Cosenza, «ma senza toccare gli equilibri politici». «Non parliamo di rimpasto – spiega, raggiunto telefonicamente, al nostro network -. Il termine corretto da usare in questo caso è rivisitazione. È chiaro che, prendendo atto del passo indietro dell’assessore al Bilancio su cui ieri ho già esternato il mio pensiero, ci sarà una rimodulazione delle deleghe di alcuni settori».

Leggi anche ⬇️

Con la distinzione evidenziata dal primo cittadino tra “rivisitazione” e “rimpasto”, il messaggio che parte da Palazzo dei Bruzi assume valenza politica. «La maggioranza in Consiglio è solidissima – aggiunge -. Non ho bisogno pertanto di andare alla ricerca di nuovi voti tra i banchi dell’assise portando figure nuove nella mia squadra di governo. Dopo un anno e dieci mesi di lavoro svolto sotto traccia, c’è la volontà e la necessità di inserire una marcia diversa: da qui a gennaio apriranno tutti i cantieri. Riceveranno sollecitazioni diversi settori. Quali in particolare? Anche quelli importanti: Welfare, Ambiente, Lavori Pubblici, Viabilità e Trasporti…».

L’intento di rilanciare l’azione dell’esecutivo poco prima della scadenza di metà mandato, non può prescindere dalla nomina di un nuovo assessore al Bilancio. Se da un lato nei corridoi del Comune vengono smentite le piste che portano a Franco Colistro, dall’altro il sindaco precisa un altro concetto. «Ogni decisione verrà presa dal sottoscritto e da nessun altro – dice -. La delega verrà assegnata presumibilmente ad un altro professionista esterno. In mente ho già un ventaglio di nomi pronti a sposare il progetto».

«La situazione, rispetto ai giorni del mio insediamento è ben differente. All’epoca incontrai difficoltà, adesso invece avviene il contrario. A breve la Corte dei Conti invierà le linee guida da seguire e bisognerà solo applicarle. I tempi della nomina? Devo parlare con i tecnici del settore e fare il punto della situazione in vista dell’approvazione in Consiglio del Preventivo 2023. Una volta confrontatomi con loro – chiude Franz Caruso – il quadro diventerà più chiaro».

Articoli correlati