Cosenza Calcio

Madrigali, tra campo e università: “Vinco col Cosenza e studio economia”

Il difensore non ha timori reverenziali: “Mi giocherò il posto con Tedeschi e Blondett. Il Matera ambisce alla B tanto quanto noi: sono qui per fare bene”.

Ha le idee chiare Saverio Madrigali, almeno davanti ai taccuini dei giornalisti. Timore reverenziale: zero. Ambizione: tantissima. Il nuovo difensore del Cosenza ha esordito in un match che resterà nella storia dei rossoblù (“quale miglior modo per iniziare?”) e a fare la riserva non ci pensa proprio. E’ in Calabria per dimostrare il proprio valore e lottare ad armi pari con due calciatori dalla grande affidabilità come Blondett e Tedeschi. “Tedeschi proviene da una scuola di stopper, mentre Blondett ama spingersi un po’ in avanti – ha spiegato – Io sono una via di mezzo che deve migliorare in rapidità. Nasco come difensore centrale sia di una linea a tre che a quattro, ma l’anno scorso per una decina di partite ho giostrato pure da terzino”.

LA TRATTATIVA. Madrigali a luglio era approdato tra i cadetti, poi l’improvvisa ripartenza dalla vecchia Serie C. “A Vicenza c’ho capito poco di ciò che è accaduto. Non mi è stata data l’opportunità di esprimermi se non in incontri contro formazioni di Eccellenza. Sono poi subentrate esigenze di società e mi è stato detto che ero il settimo difensore, vista l’intenzione di puntare su elementi più esperti”. A quel punto è entrato in gioco Cerri. “Dovevo scegliere la nuova destinazione ed ho subito indicato una piazza come Cosenza perché rimasi colpito dal pubblico nel match di Coppa Italia col Pontedera. Sono contento di aver preso questa decisione”. La trattativa, ad ogni modo, non è stata semplice. “Veramente è stata un incubo, ho dormito due ore a notte. Appena ho ricevuto la chiamata sono sceso in Calabria dando l’ok, così come il Cosenza. I problemi erano altri e non dipendevano da me. Ad un certo punto temevo il peggio per lo stallo che si era creato, invece la cosa si è risolta nel migliore dei modi”.

CAMPIONATO DURO. Il calendario domenica sera porterà i Lupi in Lucania per una gara per nulla semplice. “Il Matera è candidato alla B? Perché, noi non lo siamo? Andremo lì per giocarcela senza paura” sottolinea il difensore toscano che dimostra di avere le idee chiare. “Non ci saranno turni facili, tanto che dovremo affrontare tre partite in sette giorni: c’è bisogno dell’aiuto dell’intero collettivo”. L’obiettivo è sempre la vittoria e Madrigali lo sa bene. “Bisogna riprendere il discorso interrotto a Catanzaro e archiviare il ko col Taranto, a mio avviso immeritato. Sapete cosa mi ha colpito? L’affetto dei fan. Non avevo mai visto l’intera tifoseria portarsi fuori dallo stadio per festeggiare insieme a noi. Ho vissuto esperienze minori e dare subito una gioia ai nostri supporter mi ha riempito d’orgoglio”.

TESTA SULLE SPALLE. Fuori dal campo ha attitudini poco da calciatore. “Io studio economia e sto cercando di portare avanti anche il discorso dell’università – rivela – Non amo la movida, preferisco una passeggiata con la mia fidanzata e passare una serata in famiglia”.

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina