Tutte 728×90
Tutte 728×90

Emergenza Legnochimica, vertice investigativo a Rende. Ecco l’ordinanza del sindaco [FOTO]

Ieri l’incendio, come raccontato da Cosenza Channel, oggi il vertice investigativo sul posto. La situazione che si è venuta a creare all’ex Legnochimica di Rende preoccupa e non poco la procura di Cosenza e il pool investigativo che lavora da anni sul caso giudiziario. 

Le fiamme di ieri ancora non hanno un origine precisa, ma è ormai assodato che le vasche si trovavano in autocombustione da diversi giorni. E proprio questo aspetto è al centro del riunione tenutasi direttamente alla Legnochimica di Rende, alla quale avrebbero partecipato il procuratore capo Mario Spagnuolo, il prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao, la Protezione civile, i carabinieri Forestale, i carabinieri della Compagnia di Rende, la polizia municipale di Rende e i vigili del fuoco.

L'incendio di ieri nei pressi della Legnochimica
L’incendio di ieri nei pressi della Legnochimica

A tal proposito, sarà chiesto all’Arpacal il continuo monitoraggio dei terreni per avere in tempi brevi i primi risultati. Già ieri, su sollecitazione dei carabinieri Forestale di Cosenza, ha avviato un primo test. «Il Servizio tematico Aria del Dipartimento provinciale di Cosenza dell’Arpacal, guidato dalla dr.ssa Claudia Tuoto è intervenuto – si legge in una nota – per misurare la presenza di IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici) presenti nell’aria a seguito di un forte incendio che ha interessato la zona» dell’ex Legnochimica.

«Il tecnico Arpacal Domenico Rotella, insieme ai vigili del Fuoco, questa mattina ha posizionato sui luoghi dell’incendio un campionatore ad alto volume, in grado di acquisire molta aria da campionare in minore tempo ed avere quindi un campione utile da analizzare. In circa un’ora e mezza sono stati acquisiti 36 metri cubi di aria, quantità considerata utile per misurare, tra i diversi componenti degli IPA, la presenza di benzo[a]pirene, un idrocarburo cui la legislazione italiana ha fissato parametri sulla sua presenza in atmosfera. I campionamenti proseguiranno domani, domenica e lunedì. I primi risultati di laboratorio saranno comunicato lunedì prossimo».

Il sindaco di Rende Marcello Manna, come anticipato da noi, ha emesso un’ordinanza con le seguenti prescrizioni: divieto di esposizione diretta ai fumi; divieto di esposizione di alimenti ed indumenti ai fumi; divieto di raccolta e consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati ed esposti ai fumi; divieto di pascolo degli animali nelle aree esposte ai fumi; divieto di utilizzo di foraggi e cereali per alimentazione animale provenienti dall’area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione. (Antonio Alizzi)

Related posts