Tutte 728×90
Tutte 728×90

Martino prende appunti sul Cosenza. Ma Guarascio non cambia

Martino prende appunti sul Cosenza. Ma Guarascio non cambia

Da Via degli Stadi lasciano intendere che il ds del Cosenza, che ha un biennale, non farà un passo indietro, né  Guarascio interverrà. Intanto Martino era in tribuna numerata…

Mala tempora currunt in casa Cosenza, in un momento in cui società e tifosi, concordemente, hanno trovato in Trinchera il principale responsabile di questa demoralizzante stagione.
La situazione è sotto gli occhi di tutti: una formazione che naviga nei bassifondi della classifica e ben lontana dai sogni di gloria paventati nei mesi estivi, quando giungevano in riva al Crati calciatori che hanno finito col deludere ogni aspettativa.

Le voci che trapelano da Via degli Stadi, vogliono un Trinchera intenzionato a portare a compimento il proprio operato. L’intenzione di un passo indietro al momento non viene presa in considerazione. Dopo tutto, lo ricordiamo, il ds è legato ai lupi da un contratto biennale, e Guarascio sa bene che da questo vincolo sarà dura liberarsi, pur non essendo soddisfatto del lavoro svolto dal suo uomo-mercato.

Da qui, viene naturale guardarsi un po’ intorno e sondare ogni soluzione possibile. Di certo, durante la finestra di mercato di gennaio, sarà Braglia ad avere grossa voce in capitolo sulla rivoluzione da farsi. Ma in questo precario contesto, oltre a quella di Maritato, non poteva passare inosservata la presenza di ieri pomeriggio in tribuna di Gabriele Martino, navigato direttore sportivo, attualmente libero, il quale vanta nel curriculum vitae ben 14 stagioni nella Reggina di Lillo Foti (dalla c1 alla serie A) e, tra le altre, anche una stagione alla corte di Claudio Lotito. Martino, uomo di calcio, ha da sempre espresso apprezzamento per il Cosenza e per Cosenza, dall’era Pagliuso fino a Guarascio. Tutti segnali, questi, che lo lasciano immaginare strizzarsi l’occhiolino a distanza con quest’ultimo. (Carmen Esther Artusi)

Related posts