martedì,Febbraio 7 2023

Morrone, è il piglio giusto. A Sambiase gioca bene e sfiora il blitz (1-1)

La Morrone, durante la presentazione della squadra aveva alzato il sipario sugli obiettivi stagionali. I granata volevano fare bene e in casa del forte Sambiase hanno mantenuto fede alla parola data nonostante le defezioni che hanno spinto Stranges a giocare con quattro under e una difesa totalmente formata da ragazzi da 20 anni a scendere.

Morrone, è il piglio giusto. A Sambiase gioca bene e sfiora il blitz (1-1)

La Morrone, durante la presentazione della squadra aveva alzato il sipario sugli obiettivi stagionali. I granata volevano fare bene e in casa del forte Sambiase hanno mantenuto fede alla parola data nonostante le defezioni che hanno spinto Stranges a giocare con quattro under e una difesa totalmente formata da ragazzi da 20 anni a scendere. Addirittura, nel ruolo di terzino destro, ha giostrato un 2003 uscito tra i due tempi per far spazio a Granata. L’emergenza ha portato i cosentini a schierare due terzini sinistri nei secondi 45′, ma la prestazione dell’intero collettivo è stata super. Leta, con l’aiuto di una deviazione, ha trasformato una punizione da trenta metri, poi i lametini hanno trovato il pari con Perri su rigore. Nella ripresa meglio ospiti, con un legno di Gueye che grida vendetta.

Morrone rimaneggiata

Stranges non può fare affidamento su Risoli, Bruno e Bacilieri squalificati e su Mazzei che dovrà operarsi al menisco. In distinta finiscono elementi molto giovani, ma dal futuro assicurato. La coppia De Luca (’99)-Pansera (’00) ha neutralizzato la prima linea ospite, concedendo pochissimo. Dalla cintola in su, invece, Nagore giostra a protezione della difesa, mentre Leta e Casella agiscono da interni. Davanti il tridente Gueye-Ferraro-Azzinnaro. Il Sambiase risponde alla Morrone con un modulo a specchio dando libero sfogo alla fantasia di Umbaca sulla sinistra e manda Bernardi inizialmente in panchina.

Il gol dell’ex

La Morrone passa subito in vantaggio, merito di un ex che non ha difficoltà a presentarsi sulla palla quando c’è da battere una punizione conquistata a 30 metri dalla porta. Leta calcia e, complice una deviazione in barriera, beffa Maio che però poco prima era stato bravo su Azzinnaro. La gara è viva, con gli ospiti che prediligono le fasce e con i giallorossi che pescano di sovente il loro numero 10. E’ lui a procurarsi il rigore che Perri trasforma al 22’, incuneandosi in area e inducendo De Rose a stenderlo. I granata non si fanno intimorire e rispondono colpo su colpo alle giocate del Sambiase. Al 37’ Nagore ruba palla a Bellitta e mette Ferraro nelle condizioni di fare male. Il destro è potente, ma fuori misura. Gueye un attimo prima del break lascia sul posto De Martino e crossa basso. Ferraro non c’arriva per un pelo.

Super Bance

Il secondo tempo vede protagonista Umbaca in due occasioni. La prima su un calcio franco che termina la sua corsa sopra la traversa, la seconda con una zuccata. E’ qui che Bance vola e si guadagna un 7 pieno in pagella strozzando l’esultanza in gola all’avversario. La parata scuote la Morrone che torna a macinare calcio e garantisce al suo pipelet tranquillità totale fino alla fine della contesa. Anzi, a doversi preoccupare di sovente da ora in poi è il suo collega con la divisa di un altro colore.

Padroni di casa in dieci

Dopo un colpo di testa di Gueye finito sui cartelloni pubblicitari, Ferraro ingaggia un duello in velocità con Mascaro. La lotta è impari e il difensore, già ammonito, non può fare altro che stenderlo e farsi espellere. La Morrone spinge e l’occasione per strappare l’intera posta in palio arriva al 40’. Gueye va via sulla sinsitra, entra in area, rientra sul destro e calcia. Le dita di Maio spingono la sfera sulla traversa e salvano i compagni, che non capitolano neppure sul proseguo dell’azione quando Granata fa pelo e contropelo al montante. L’Eccellenza di Stranges inizia con un pareggio e di certo con una gara gagliarda.

Il tabellino di Sambiase-Morrone

SAMBIASE (4-3-3): Maio; Mascaro, Alfano, Mirabelli, De Martino; Diop, Liparota (40’ st Giampà P.), Bellitta (38’ st Vallone); Salandria (20’ st Bernardi), Perri, Umbaca. A disp.: Martino, Grande, Giampà L., Ferrise, Perri, Barrow. All.: Fanello
MORRONE (4-3-3): Bance; De Rose (1’ st Granata), Pansera, De Luca, D’Acri; Casella, Nagore, Leta; Azzinnaro, Ferraro, Gueye (47’ st Nicoletti). A disp.: Prezioso, Colosimo, De Marco, Misuri, Prifti, Barbieri, Aiello. All.: Stranges
ARBITRO: Striamo di Salerno
MARCATORI: 5’ pt Leta (M), 22’ pt Perri (S, rig.)
NOTE: Spettatori circa 500 con rappresentanza ospiti. Espulso al 30’ st Mascaro (S) per doppia ammonizione. Ammoniti: Mirabelli (S), Nagore (M), Mascaro (S), Bernardi (S), Umbaca (S). Angoli: 5-3 per la Morrone. Recupero: 1’ pt – 4’ st

Articoli correlati