domenica,Giugno 23 2024

Passepartout, Regione Calabria e Comune di Cosenza non si costituiscono

Si è svolta oggi l’udienza preliminare del processo Passepartout, nel quale sono imputati – tra gli altri – il governatore della Calabria Mario Oliverio, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e l’ex vicepresidente della Giunta Loiero, Nicola Adamo. Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Cosenza, Alfredo Ferraro ha rigettato l’eccezione sulla competenza territoriale

Passepartout, Regione Calabria e Comune di Cosenza non si costituiscono

Si è svolta oggi l’udienza preliminare del processo Passepartout, nel quale sono imputati – tra gli altri – il governatore della Calabria Mario Oliverio, il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto e l’ex vicepresidente della Giunta Loiero, Nicola Adamo. Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Cosenza, Alfredo Ferraro ha rigettato l’eccezione sulla competenza territoriale del tribunale di Cosenza, dando la possibilità agli avvocati difensori di annunciare le richieste di rito abbreviato e rito ordinario. Due aspetti che saranno ufficializzati nell’udienza del 30 marzo 2020. Inoltre, gli imputati Luigi Zinno, Giuseppe Lo Feudo e Capristo hanno chiesto di poter parlare nella prossima udienza.

Passepartout, la procura individua la Regione Calabria e il Comune di Cosenza quali parti offese

Finora l’unica costituzione di parte civile riguarda l’onorevole Marilina Intrieri, difesa dal professor e avvocato Michele Filippelli. L’ex deputata del Pd, infatti, ritiene di essere stata danneggiata nella nomina di direttore generale dell’azienda “Calabria Lavoro”, che all’epoca premiò Giovanni Forciniti, sospeso mesi fa dal gip Battaglia nell’ambito dell’inchiesta Passepartout.

Non risultano ad oggi le costituzioni, quali parti offese individuate dalla procura di Catanzaro, della Regione Calabria, del Comune di Cosenza e dell’azienda “Calabria Lavoro”. Mario Oliverio, Nicola Adamo e Mario Occhiuto opteranno probabilmente per il rito ordinario, mentre Giovanni Forciniti e Fortunato Varone saranno giudicati, verosimilmente, col rito abbreviato. Come detto, tuttavia, il 30 marzo avremo il quadro della situazione più chiaro. Tra gli imputati, infine, ci sono anche Luca Morrone e Luigi Incarnato.

Articoli correlati