FotoIn evidenza home

Coronavirus, la cartina geografica dell’infezione in Italia

Secondo un epidemiologo dell'Università di Pisa i contagi da coronavirus potrebbero aumentare ogni sette giorni. «Ora aiutiamo gli ospedali».

Sono cinque le regioni italiane contagiate dal coronavirus. Quasi tutte al Nord e solo il Lazio al Centro Italia. La situazione è in continua evoluzione e le autorità sanitarie e istituzionali si attendono un numero più alto di pazienti positivi al test. Più passano le ore, infatti, e più arrivano notizie negative dai rispettivi centri di emergenza regionali dislocati su tutto il territorio italiano. Secondo un epidemiologo dell’Università di Pisa, Pier Luigi Lopalco «siamo entrati in una terza fase del contagio. Il coronavirus potrebbe essere arrivato in Italia a fine gennaio, per cui ogni sette giorni avremo un numero raddoppiato di casi. E’ necessario quindi adottare misure mirate per aiutare gli ospedali a contenere l’emergenza».

Secondo quanto ha riferito il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli la Lombardia detiene più casi in assoluto. A ruota seguono Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Piemonte e Lazio. Nella cartina geografica sono evidenziate tutte le zone infettate fino ad oggi.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo per la cronaca giudiziaria nel Distretto di Catanzaro. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina