AttualitàDalla CalabriaIn evidenza homePolitica

Bilancio approvato: la Regione stanzia fondi per l’emergenza

Sono 25 i milioni per le famiglie in difficoltà, 5 quelli per il comparto florovivaistico e lattiero caseario. La Regione acquisterà anche 25mila tablet per distribuirli tra gli studenti

La Giunta regionale ha approvato il Bilancio di previsione. Il documento contabile prevede misure a sostegno delle famiglie in difficoltà, degli studenti e del comparto florovivaistico e lattiero caseario. Ad annunciarlo è Jole Santelli, con una breve nota in cui non risparmia critiche a chi l’ha preceduta e al Governo. Oliverio e i suoi, infatti, non erano riusciti a rispettare le scadenze previste dalla legge, tant’è che la Regione si trovava in esercizio provvisorio. «Il bilancio – scrive la governatrice – tiene conto dell’emergenza che la Calabria sta vivendo, che è anche economica oltre che sanitaria. Abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione rilievi gravissimi da parte della Corte dei Conti, che peseranno notevolmente negli anni a venire». 

Nel bilancio nuove risorse contro l’emergenza alimentare

Cionostante, l’attuale Giunta è riuscita a trovare delle risorse per sostenere le famiglie calabresi nell’affrontare l’emergenza Covid-19. Non certo i 7 miliardi dell’equivoca intervista rilasciata dall’assessore Talarico al Tgr qualche giorno fa, ma comunque somme rilevanti. Santelli comunica, infatti, che nel bilancio ci saranno 25 milioni di euro per le famiglie in difficoltà. Si potranno utilizzare per l’acquisto di beni alimentari e farmaceutici.

Lo stanziamento, dunque, va ad aggiungersi ai 17 milioni che la Protezione Civile nazionale aveva destinato alla Calabria, soldi che – scrive la presidente della Regione – «erano decisamente insufficienti per rispondere alle esigenze del territorio. I criteri di distribuzione dei fondi tra i Comuni calabresi saranno gli stessi adottati dal Governo per contrastare l’emergenza alimentare. Di conseguenza, per citare solo le città capoluogo, a Cosenza dovrebbero arrivare più o meno altri 695mila euro, a Catanzaro 915mila, a Crotone 845mila, a Vibo 365mila e a Reggio Calabria due milioni. L’assessore Gallo ha precisato che ai Comuni verrà chiesto di privilegiare l’acquito di prodotti agroalimentari calabresi.

Dal diritto allo studio all’agricoltura: altri dieci milioni stanziati

Ma nel nuovo bilancio ci sarà spazio anche per il diritto allo studio. In attesa di risposte da Lucia Azzolina, sul cui silenzio le Regioni non hanno mancato di polemizzare, la Calabria acquisterà e distribuirà, tramite le istituzione scolastiche, 25mila tablet. La dotazione informatica permetterà, quindi, ad altrettanti studenti calabresi tagliati fuori dalla didattica a distanza di poter seguire le lezioni. Lo stanziamento previsto è di 5 milioni di euro.

La Giunta ha focalizzato, poi, la sua attenzione su altri due settori in difficoltà per l’emergenza Covid-19: il comparto florovivaistico e quello lattiero caseario. «Per non dispendere l’enorme patrimonio che garantiscono alla Calabria», spiega Santelli, la Regione assicurerà 5 milioni di euro.Chiederà, inoltre, lo stato d’emergenza al Governo, sperando di ricevere la necessaria attenzione. Come per la scuola, infatti, a Roma hanno fatto orecchio da mercante finora e «la voce delle Regioni nei confronti del Governo è rimasta inascoltata». La richiesta dello stato d’mergenza riguarderà anche le imprese agrituristiche con azienda agricola.

I 35 milioni stanziati vanno ad aggiungersi ai 150 milioni per le imprese del progetto unitario “Riparti Calabria”. Quest’ultimo, conclude Santelli, «rappresenta un articolato intervento suddiviso su varie misure» e dimostrerebbe «che la Calabria è una regione pilota nella gestione dell’emergenza».

Le altre misure adottate con il nuovo bilancio

Tra le altre misure nel bilancio approvato dalla Giunta ce ne sono alcune che dovrebbero portare a una riduzione della spesa corrente. La Regione ha previsto la sospensione dei termini di versamento della tassa automobilistica regionale e dell’imposta regionale sulla benzina per autotrazione. Autorizzata, inoltre, l’anticipazione di liquidità per conto degli enti del Servizio sanitario regionale, che consente la copertura dei debiti per servizi al 31.12.2019. Previste poi, comunicano gli uffici regionali, l’applicazione della legge del 3 giugno 2005, n. 123 relativa alla decadenza delle nomine degli enti strumentali; la proroga dell’entrata in vigore del livello dei servizi minimi per il trasporto pubblico locale su gomma fino al 1 luglio 2020 e atto di indirizzo per l’aumento della qualità dei servizi; l’integrazione al programma pluriennale del trasporto pubblico locale 2019-2021.

Tags
Mostra altro

Camillo Giuliani

Cronista per il quotidiano Calabria Ora dalle elezioni provinciali del 2009, entra stabilmente in redazione nel 2011. Iscritto all'Ordine dei giornalisti dal 2013, ha lavorato in seguito a L'Ora della Calabria e Cronache del Garantista occupandosi di politica e inchieste, con qualche incursione nello sport, la cultura e la cronaca. Ha scritto di calcio e collaborato alla realizzazione di videoreportage per Mmasciata.it, condotto programmi su Radio Ciroma, pubblicato il volume “Corse e ricorsi – Una storia di famiglia e motori” per Pellegrini Editore.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina