Dalla CalabriaIn evidenza home

Quarantena infinita, tutto bloccato a Catanzaro. Niente reagenti da 3 giorni

Quarantena prolungata per 280 persone che ancora non conoscono l'esito del tampone, causa la mancanza di reagenti al "Mater Domini" di Catanzaro.

Duecentottanta vite congelate, un po’ come i tamponi, conservati a -80 gradi C a Catanzaro, tra test effettuati sui cittadini rientrati da fuori e prelievi ordinari. Nonostante vari solleciti ancora dal capoluogo di regione nessuna notizia sui risultati.

In molti, rientrati ormai da due settimane, non possono ancora uscire dalla quarantena perché senza la sicurezza della negatività, potenzialmente sono un pericolo per tutti. Quindi da giorni i centralini dell’Asp di Cosenza sono diventati bollenti. Tutti vogliono sapere, se possono finalmente uscire di casa, ma la risposta è: ancora non si sa. Ma dov’è che il meccanismo si è inceppato?

Nel mezzo di un vero e proprio tira e molla tra Cosenza e Catanzaro, l’Asp di Catanzaro si difende dicendo che per tre giorni i laboratori sono rimasti senza reagenti. Totalmente. Pochi minuti fa, sarebbe arrivato un carico di reagenti, ma a quanto pare l’elaborazione sarà frammentata in più giorni, insomma un po’ alla volta anche se i macchinari del Mater Domini riescono a processarne fino a 48 in tre o quattro ore. Insomma una quarantena infinita per chi aspetta di sapere se può tirare un sospiro di sollievo o meno, resa ancora più dolorosa dall’incertezza del risultato.

Mostra altro

Alessia Principe

Alessia Principe è una giornalista professionista. Nata a Cosenza, si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli studi di Messina. Durante gli studi, ha iniziato a lavorare come cronista per il quotidiano Edizione della Sera, occupandosi di cronaca. Subito dopo la laurea è diventata parte della redazione del quotidiano regionale Calabria Ora occupandosi delle pagine di spettacoli e cultura. Con la nomina di Piero Sansonetti come direttore de L’Ora della Calabria, ha ricoperto il ruolo di responsabile del settore Spettacoli e Cultura dell'inserto “Macondo”. Nel 2014, è stata responsabile per la Calabria delle pagine di Cultura del quotidiano Il Garantista. Nel 2016 la sua mostra video-fotografica “Stati Uniti della Sila”, è stata esposta a Palazzo Arnone, prima personale realizzata interamente con smartphone a essere ospitata da una galleria nazionale in Italia. Nel 2018 ha pubblicato “Tre volte”, il suo primo romanzo per i tipi di Bookabook. Scrive di cinema per il blog dell’Huffington Post e racconti per riviste letterarie. Ha partecipato alla stesura della sceneggiatura del documentario “Il sogno di Jacob” ispirato alla vita di Nik Spatari e alla nascita del Musaba.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina