CronacaIn evidenza home

Favorì la ‘ndrangheta, arrestato commercialista di Cosenza

Secondo la Dda di Salerno, che indaga sul giudice sospeso Marco Petrini, il commercialista di Cosenza avrebbe favorito la 'ndrangheta.

E’ finito in carcere il commercialista di Cosenza, Claudio Schiavone, accusato dalla Dda di Salerno di corruzione in atti giudiziari aggravati dal metodo mafioso. Si tratta dell’inchiesta contro il giudice sospeso della Corte d’Appello di Catanzaro, Marco Petrini (LEGGI QUI), arrestato nel gennaio scorso dalla Guardia di Finanza di Crotone.

Secondo l’ufficio antimafia di Salerno, coordinato dal procuratore capo Giuseppe Borrelli, Claudio Schiavone avrebbe fatto da tramite per corrompere Petrini. Al centro dell’inchiesta i presunti favori fatti ad Antonio Saraco, accusato di appartenere alle cosche di ‘ndrangheta operanti tra Badolato e Guardavalle. Nel caso di specie, Schiavone avrebbe ottenuto la promessa della somma di 150mila euro, 60mila dei quali per ottenere una sentenza assolutoria in appello. Questo sarebbe dovuto avvenire nel momento in cui fosse arrivata la riduzione di pena nel processo di secondo grado per Maurizio Gallelli e Antonio Saraco. Quest’ultimo, infine, aveva anche ottenuto il dissequestro di immobili e conto correnti bancari da parte di Marco Petrini.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina