GiudiziariaIn evidenza home

Ergastolo anche in appello per Cosimo Donato e Faustino Campilongo

La Corte d'Assise d'Appello di Catanzaro ha confermato la condanna all'ergastolo per Cosimo Donato e Faustino Campilongo. Ecco la sentenza.

Ergastolo anche in appello per Cosimo Donato e Faustino Campilongo, ritenuti partecipi della strage di Cassano, avvenuta nel gennaio del 2014. Le vittime: Giuseppe Iannicelli senior, il piccolo Cocò Campolongo e la marocchina Ibtissam Touss, fidanzata del nonno del bambino di 3 anni. (LEGGI QUI LE RICHIESTE DELLA PROCURA GENERALE DI CATANZARO)

La Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro, presieduta dal presidente Gabriella Reillo, ha confermato la sentenza di primo grado emessa dalla Corte d’Assise di Cosenza, accogliendo la richiesta avanzata dalla procura generale, rappresentata in udienza dal sostituto procuratore generale di Catanzaro, Salvatore Di Maio. Cosimo Donato e Faustino Campilongo, secondo la Dda di Catanzaro, avrebbero partecipato al gravissimo delitto di sangue, maturato in un contesto mafioso. I mandanti e gli esecutori materiali, però, ancora non hanno un volto.

Ergastolo anche in appello per Cosimo Donato e Faustino Campilongo
Cosimo Donato e Faustino Campilongo condannati all’ergastolo anche nel processo d’appello

Quelle indagini del Ros di Catanzaro…

Le indagini, all’epoca coordinate dall’ex procuratore aggiunto di Catanzaro Vincenzo Luberto, si erano subito concentrate su Cosimo Donato e Faustino Campilongo che, poche ore dopo il delitto, incontrarono uno dei figli di Giuseppe Iannicelli. Decisive, inoltre, ai fini della condanna gli accertamenti investigativi condotti all’epoca dal Ros di Catanzaro che aveva indicato la presenza dei due imputati sul luogo della strage. Oggi, quindi, la conferma della bontà delle indagini svolte dal 2014 a settembre 2015. Le parti civili costituite sono state rappresentate dagli avvocati Liborio Bellusci, Angela Bellusci e Danila Gullì.

Tags
Mostra altro

Antonio Alizzi

Giornalista professionista dal 13 giugno del 2012. Dal 2002 al 2006 ho lavorato con "La Provincia Cosentina", curando le pagine del calcio dilettantistico. Nel 2006 passo al quotidiano regionale "Calabria Ora", successivamente "L'Ora della Calabria", in servizio presso la redazione sportiva. Mi sono occupato del Cosenza calcio e delle notizie di calciomercato. Nel 2014, inizio l'avventura professionale con il quotidiano nazionale "Cronache del Garantista", scrivendo di cronaca giudiziaria. Ora collaboro con Cosenza Channel e due riviste nazionali.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina