Cosenza Calciocscalcio1

Braglia, carte bollate con Guarascio. Contenzioso tra tecnico e presidente

Piero Braglia ha portato Guarascio dinanzi al Collegio Arbitrale per delle somme residue. Ha vinto, a maggio l'appello dinanzi al Giudice del lavoro.

E’ finita a carte bollate la storia tra Eugenio Guarascio e Piero Braglia. Il tecnico del ritorno in Serie B, amato e stimato dalla piazza, reclama quanto ritiene gli spetti. L’oggetto del contendere, infatti, sono delle somme relative all’ultimo accordo economico stipulato col Cosenza. L’allenatore, oggi alla guida di un brillante Avellino in Lega Pro, si è rivolto nei mesi scorsi al Collegio Arbitrale. Si tratta di un organo federale finalizzato alla risoluzione delle controversie che insorgono tra società (in qualità di datore di lavoro) e gli sportivi propri tesserati (in qualità di lavoratori). Le divergenze tra le parti devono, come nel caso in questione, avere espressamente ad oggetto alcuni aspetti rilevanti del rapporto di lavoro sportivo. 

Braglia vince in primo grado, Guarascio ricorre in appello

La sentenza di primo grado ha dato ragione a Piero Braglia, difeso dall’avvocato Mattia Grassani. Il club di Eugenio Guarascio, invece, si è affidato come nel caso-Ba di Cosenza-Salernitana a Cesare Di Cintio. Il presidente, a margine del giudizio del Collegio Arbitrale, ha deciso di impugnare il provvedimento. L’udienza di appello è fissata a maggio dinanzi al Giudice del Lavoro di Milano e lì il sodalizio calabrese cercherà di far valere le proprie ragioni.

Le argomentazioni del Cosenza

Piero Braglia fu sollevato dall’incarico di allenatore del Cosenza il 10 febbraio 2020. Bepi Pillon prese il suo posto per qualche partita finché non fu imposto il lockdown al Paese un mese più tardi. Risolto il contratto con il nuovo tecnico, toccò poi a Roberto Occhiuzzi accomodarsi in panchina. Braglia nel frattempo attende che sia saldato il residuo. Da Via degli Stadi, invece, legano le tesi difensive ai danni economici causati dal Covid che portarono finanche ad un accordo con i calciatori. Non essendoci stata attività e non essendoci state prestazioni, il club ritiene che nel caso in questione venga meno anche la corresponsione. Toccherà ad un giudice del lavoro stabilire chi ha ragione, ma non è in discussione il legame di Piero Braglia con i suoi vecchi tifosi. Quello col patron, invece, si è spezzato. Forse definitivamente.

Antonio Clausi

Iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 2010 ha lavorato fin dal 2007 presso le redazioni de “La Provincia Cosentina”, di “Calabria Ora”, di “Cronache del Garantista” di cui coordinava i servizi per la Calabria, e del “Quotidiano del Sud”. Dal 2008, inoltre, collabora attivamente con CosenzaChannel.it. Spesso ospite di talk-show televisivi e radiofonici, ha come hobby i 33 giri e la musica.

Articoli correlati

Leggi anche
Close
Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina