giovedì,Luglio 18 2024

Cosenza, è l’ora del riscatto di Tutino. Va esercitato entro venerdì a mezzanotte

Ballano circa 2.5 milioni per avere dal Parma l'intero cartellino del bomber. Il pallino è in mano ad Eugenio Guarascio

Cosenza, è l’ora del riscatto di Tutino. Va esercitato entro venerdì a mezzanotte

Da oggi fino a venerdì 14 giugno a mezzanotte il Cosenza avrà modo di esercitare il riscatto di Gennaro Tutino. L’idolo della città aspetta di conoscere il suo destino, così come i fan dei Lupi non stanno più nella pelle. Il pallino è in mano ad Eugenio Guarascio a cui spetta la decisione di far valere o meno quanto stabilito nel contratto con cui un anno fa lo riportò al Marulla. La cifra è alta: quasi 2,5 milioni di euro a cui il Parma non vorrebbe rinunciare.

Dodici mesi fa nessuno poteva immaginare la completa esplosione del centravanti rossoblù. Con la maglia numero 9 di Gigi Marulla sulle spalle ha stracciato il record che apparteneva a Marco Negri da ben 29 anni. Ha siglato 20 reti in Serie B, impresa che nessuno mai aveva completato prima in un campionato cadetto con la maglia dei Lupi. A Cosenza c’è riuscito Gennaro Tutino, che ora attende le novità sul suo riscatto. Le sensazioni danno poche certezze, specialmente perché il ragazzo vorrebbe cimentarsi in A legittimamente.

Quello dello scugnizzo napoletano è una delle due matasse che Beppe Ursino e Gennaro Delvecchio, rispettivamente nuovo dg e nuovo ds del club, dovranno sbrogliare. L’altra è relativa all’allenatore. Ieri hanno avuto un primo contatto William Viali, ci sono margini per una permanenza in panchina, tuttavia le alternative non mancano. 

Articoli correlati