lunedì,Luglio 22 2024

Sanzioni ai deputati: 15 giorni di interdizione per Iezzi e altri coinvolti nella rissa alla camera

Dopo la rissa sull'Autonomia differenziata, l'Ufficio di Presidenza della Camera sanziona Iezzi e altri parlamentari

Sanzioni ai deputati: 15 giorni di interdizione per Iezzi e altri coinvolti nella rissa alla camera

Dopo gli incidenti durante l’esame dell’Autonomia differenziata, l’Ufficio di Presidenza della Camera ha deciso di erogare sanzioni severe ai deputati coinvolti. Il presidente della Camera, Lorenzo Fontana, ha annunciato che l’onorevole Igor Iezzi sarà interdetto dai lavori parlamentari per 15 giorni, mentre altri deputati subiranno sanzioni di durata variabile da due a sette giorni.

La riunione dell’Ufficio di Presidenza

La decisione è stata presa al termine di una riunione fiume, iniziata alle 13 e conclusasi alle 19, con audizioni di nove dei dodici deputati coinvolti. Tre deputati, tra cui i leghisti Domenico Furgiuele e Igor Iezzi, non si sono presentati, mentre il pentastellato Leonardo Donno era assente per motivi di salute.

Motivazioni e difese

Durante le audizioni, i deputati di maggioranza hanno giustificato il loro comportamento come un tentativo di proteggere il ministro leghista Roberto Calderoli da un’azione di Donno, che cercava di consegnargli una bandiera tricolore. Gli incidenti hanno portato Donno ad essere portato via dall’Aula in sedia a rotelle.

Dibattito sulle sanzioni

La riunione è stata caratterizzata da frequenti sospensioni e proposte di rinvio delle decisioni sulle sanzioni. La maggioranza ha cercato di ottenere l’unanimità e ha discusso in particolare le sanzioni a Donno, Nico Stumpo, e Vincenzo Amendola, considerate eccessive dai rispettivi partiti, M5s e Pd.

I provvedimenti

Alla fine, la volontà di chiudere l’episodio con fermezza ha prevalso. Il presidente Fontana ha dichiarato che gli atti hanno gravemente leso il decoro dell’istituzione, richiamando i deputati alla responsabilità. Il voto finale è stato 10 a 7 a favore delle sanzioni, sostenuto dai membri di maggioranza, Roberto Giachetti di Italia Viva e Benedetto Della Vedova di +Europa, con l’opposizione di Pd, M5s e Alleanza Verdi e Sinistra.

Articoli correlati