Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, attento. Il Crotone ti strappa Boito, fenomeno dei Giovanissimi

Cosenza, attento. Il Crotone ti strappa Boito, fenomeno dei Giovanissimi

L’attaccante classe 2001 è allenato al Marca da Ciccio Marino che stravede per lui. Sogna i Lupi, ma i pitagorici sono pronti a portarlo in riva allo Ionio da subito.

Appuntate sui vostri taccuini il nome di Antonio Boito. Ai talent-scout che scrutano l’orizzonte da campi di periferia, le qualità della giovane promessa saranno già note, mentre agli amanti dello sport più seguito nel Belpaese ancora questo talento in erba non dirà nulla. Eppure il Marca ha in casa un gioiello che si è messo in evidenza nel torneo dei Giovanissimi regionali a suon di gol e belle giocate. Sapete chi lo allena? Ciccio Marino, che in carriera qualche baby (ma giusto qualcuno…) lo ha scoperto e lanciato. Per referenze chiedere alla famiglia Pagliuso e alla Juventus. Boito è il prototipo dell’attaccante moderno, bravo tecnicamente e veloce. E’ un classe 2001 e come tutti i suoi coetanei deve ancora completare il percorso di maturazione fisica. In bacheca ha già tante medaglie e targhe, ma a non fargli montare la testa ci pensa il direttore tecnico Gigi De Rosa che, da amante di un calcio passionale e romantico, su certe cose non transige. Cresciuto nel Cus di Arcavacata prima di firmare con la scuola calcio fondata da Gigi Marulla, sogna di giocare nel Cosenza ed è tifoso rossoblù. Nel suo destino, tuttavia, pare esserci un altro tipo rossoblù perché dopo le avance ricevute da Brescia e Atalanta, è il Crotone ad essersi fiondato sull’attaccante. I pitagorici stanno riorganizzando il settore giovanile sotto la guida di Totò Galardo e gli 007 sparsi sul territorio hanno spedito all’ex capitano degli Squali ottime relazioni sul suo conto. Insomma, ancora qualche anno e ne sentiremo parlare. Sempre che Boito continui ad usare i piedi per far gol e non per volare come Pindaro… (Antonio Clausi)

Related posts