Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’incasso si dimezzava come per magia, Carabinieri si nascondono in farmacia e fermano il ladro

L’incasso si dimezzava come per magia, Carabinieri si nascondono in farmacia e fermano il ladro

Singolare operazioni dell’Arma dei Carabinieri che ha beccato in flagrante un 54enne. Alla chiusura frugava nella cassa entrando dal retro con una copia delle chiavi.

I titolari della “Farmacia Ioele” di Longobucco da circa un anno e mezzo avevano capito che qualcosa non andava. Alla chiusura, talvolta, mancava parte dell’incasso che sembrava volatilizzarsi nel nulla. Ieri mattina, invece, è arrivata la risposta ai loro interrogativi con l’Arma dei Carabinieri che ha arrestato il responsabile e svelato il metodo con cui il ladro riusciva ad intrufolarsi nell’esercizio eludendo i controlli.

La storia è curiosa da raccontare, perché reiterata nel tempo e degna di un Lupin tutto silano che, tra le altre cose, è anche un conoscente del titolare. Lo scorso 12 aprile, a margine di una serie di azioni portate a compimento, i farmacisti hanno lasciato la classica buccia di banana su cui puntualmente il furbo concittadino è scivolato. Un dipendente, durante il conteggio finale, oltre ad indicare la somma di danaro guadagnato durante il corso della giornata, ha pensato bene di annotare anche quante banconote di singolo taglio erano presenti nella cassa: 8 pezzi da 50 euro, 8 da 20 euro e così via.

Soltanto un’ora più tardi, quando il titolare è passato dalla farmacia per ritirare il contante, l’incasso era dimezzato come per magia. Dubitare dei collaboratori, dato che non esistevano segni di scasso e i locali non erano dotati di video-sorveglianza considerate le dimensioni ridotte del paese e il basso tasso di criminalità, è stata l’unica cosa venuta in mente al proprietario. Parlando con loro, tuttavia, ha sposato la tesi della buonafede, sottolineando come però fosse il caso di prestare massima attenzione da quel momento in poi. La frode, in sostanza, era stata scoperta ma nessuno riusciva a capacitarsi di come fosse stata portata a compimento.

Ioele si è rivolto ai Carabinieri che hanno deciso di indagare posizionando una telecamera nascosta sul retro. Scelta vincente, perché le immagini sabato scorso hanno subito incastrato un 54enne che con una copia delle chiavi riusciva tranquillamente ad intrufolarsi in farmacia e a frugare nella cassa senza lasciare tracce. L’azione è scattata ieri, lunedì 30 aprile, quando a loro avviso il ladro si sarebbe messo nuovamente all’opera.

Il maresciallo Gianni Madeo e il vicebrigadiere Marco Palumbo si sono nascosti dietro degli scaffali in attesa di cogliere B.S.P. in flagrante. Non appena l’infrazione era stata compiuta, hanno intimato l’alt al malvivente che è stato arrestato con le mani nella marmellata. Essendo incensurato, dopo le formalità di rito in caserma, è tornato a casa in attesa di essere giudicato a margine di un regolare processo. Soddisfatti, infine, i titolari della farmacia che si sono complimentati con i Carabinieri per la brillante operazione portata a compimento. (a. c.)

Related posts