Tutte 728×90
Tutte 728×90

Operazione “Alarico”, la droga arrivava anche nel carcere di Cosenza

Operazione “Alarico”, la droga arrivava anche nel carcere di Cosenza

Inquietante ciò che hanno ricostruito i magistrati della procura di Cosenza. Ecco cosa hanno scoperto.

Nel corso della conferenza stampa, i magistrati della procura di Cosenza e i carabinieri del Comando provinciale hanno spiegato gli stratagemmi utilizzati per introdurre la droga all’interno della casa circondariale di Cosenza, attraverso la collaborazione di mogli e conviventi che, occultato lo stupefacente in bocca avvolto in una pellicola, durante i colloqui lo passavano con un bacio ai familiari ristretti.

Ciò è quanto emerso da intercettazioni in cui uno degli indagati ha descritto in dettaglio ai suoi familiari le modalità esecutive dello stratagemma ideato da un altro detenuto per ricevere quantitativi di stupefacente, poi ceduti agli altri detenuti in cambio di pacchetti di sigarette.

Related posts