lunedì,Agosto 15 2022

Brunori emoziona la città con “Buonanotte Cosenza”. «Lavoriamo insieme per un’umanità migliore» – VIDEO E FOTO

Un bagno di folla per il cantautore e la sua band che hanno illuminato il primo giorno d'estate di Cosenza

Brunori emoziona la città con “Buonanotte Cosenza”. «Lavoriamo insieme per un’umanità migliore» – VIDEO E FOTO

Dalla piccola finestra alle spalle del palco, c’è un piccolo affaccio da cui aspettare il momento. È illuminato da una luce fredda, quella delle attese. Stasera si gioca in casa, tutta un’altra storia. Ci sono le grandi folle che ancora aspettano, quelle che vogliono il ritorno, ma a Cosenza è un altro campionato per lui e gli altri. L’angolo di una chitarra, il fumo da sotto, i nastri di luci veloci. Nel buio i movimenti dei musicisti che prendono posto. Sono da poco passate le nove e mezza di sera, nel centro storico di Cosenza la brezza tira l’aria giusta per un tempo giusto. È estate, che può succedere di male. È estate, quella che alla fine arriva sempre, nonostante il freddo di prima. È il momento di accorciare le distanze, tirare la fune forte, piantare i piedi e riprendere la vita spingendola dal lato giusto.

Dario Brunori saluta tutti «Buonivenuti!» come si farebbe agli amici che entrano in casa per un’occasione speciale. E sono tutti lì: amici, famiglia, ragazze con gli occhi lucidi. «Le sue canzoni mi hanno aiutato a superare dei momenti difficili» dice lei, prima fila, mani sulla transenna, riccioli scuri, zainetto. È così che succede con certe canzoni, combattono la paura e Brunori lo sa.

Classe Guardia ’82, il cantautore e la sua Sas sono tornati su una vecchia spiaggia dell’infanzia, per ritrovare l’odore di certi anni, buttarsi alle spalle i brutti ricordi che hanno rabbuiato il tempo di tutti, e rimettersi in viaggio. Adesso è il momento di risalire sul palco, ritrovarsi, recuperare i momenti sospesi e scriverne di nuovi. Durante il concerto all’arena Rendano di Cosenza, l’artista e la sua band hanno ripercorso il loro sentiero musicale tra brani nuovi e repertorio storico, quello degli esordi, quando tutto era di là da venire: i tour, i premi, gli stadi stracolmi.

Il video di Brunori in “Buonanotte Cosenza”

«Dobbiamo lavorare per un’umanità migliore. Sembra retorico, sembra naif, ma è così. Non c’è più tempo» ha detto dal palco, ringraziando le associazioni che vivono sul territorio e lo riempiono di speranza e bellezza. Generoso, come sempre, il cantautore con un filo d’emozione nella voce ha riempito per due ore piene la piazza, regalando sul finale una sorpresa alla sua città. Sulle note di “Buonanotte Cosenza” ha salutato tutti sull’ultimo accordo: un omaggio alle sue radici, un bacio dolce come quello di un amore alla fine dell’estate. Che alla fine, come dice lui, di che altro vuoi parlare?

Tutte le foto del concerto