lunedì,Giugno 24 2024

Corso di laurea in Medicina all’Unical, Caruso: «Passo importante per rilanciare la sanità calabrese»

Il primo cittadino di Cosenza soddisfatto per la novità che rappresenta un traguardo notevole per l'Università della Calabria

Corso di laurea in Medicina all’Unical, Caruso: «Passo importante per rilanciare la sanità calabrese»

«Dopo anni di commissariamento, l’ultimo dei quali in capo al governatore Roberto Occhiuto, è sempre più in affanno il sistema sanitario calabrese». E’ quanto afferma il sindaco di Franz Caruso, plaudendo alla decisione del Coruc di ampliare l’offerta formativa dell’Unical. «Ancora ad oggi, non solo non si garantiscono i Livelli Essenziali di Assistenza – prosegue il primo cittadino di Cosenza – quanto è notevolmente cresciuto l’esodo dei calabresi verso le strutture sanitarie del Nord Italia. Un fattore quest’ultimo che contribuisce ad aumentare il nostro debito sanitario, trasferendo importanti risorse in altre regioni del Paese».

«Ritengo, pertanto, che sia giunta l’ora di dar vita ad un piano di rientro dal debito sanitario che rilanci in maniera moderna il sistema sanitario regionale. In questa situazione drammatica ed emergenziale, però, registro con favore un passo importante verso la sanità della Calabria che è dato dall’istituzione di quattro nuovi corsi di laurea all’Unical. Una decisione, questa del Coruc, che non può parlare un linguaggio campanilistico, rappresentando una scelta di valore che qualifica l’intera sanità calabrese. Non a discapito, dunque, di Catanzaro e non a beneficio di Cosenza, ma a favore della Calabria, che per progredire e crescere deve fare complessivamente un salto di qualità culturale, mettendo da parte le divisioni territoriali per sentirsi unita come comunità regionale».

«Non è in discussione il declassamento dell’UMG, che rimane un’eccellenza da tutelare, ma il potenziamento dell’offerta formativa calabrese. UMG e Unical, insieme, renderanno competitiva la Calabria nel sistema sanitario nazionale, favorendo anche la crescita delle competenze e delle professionalità. E’ ovvio che per riuscire in questa sfida è necessario realizzare in tempi brevi il nuovo ospedale HUB regionale di Cosenza, per il quale il Comune ha fatto quanto era nelle proprie competenze, passando la palla alla Regione Calabria in attesa che in tempi rapidi ne avvii le procedure necessarie». 

«In Calabria dobbiamo fare rete – conclude il sindaco Franz Caruso – in tutti i settori della vita pubblica, a cominciare dai trasporti e dalla mobilità che vanno potenziati, per unire i nostri punti di eccellenza (Unical, UMG, Mediterranea, etc.), evitando vecchi metodi di divisione, per avere insieme l’ambizione di far crescere la Calabria tutta».

Articoli correlati