giovedì,Maggio 30 2024

Ziccarelli: «Le unificazioni non si fanno a freddo. I nodi poi vengono al pettine» | VIDEO

L'assessore del Comune di Rende: «Apprezziamo l’accelerazione che vogliono dare dalla Regione, ma non si può prescindere dall’interlocuzione con i rappresentanti locali. Il concetto di città unica per me è superato, un’area metropolitana è la risposta adeguata ai nostri problemi»

Ziccarelli: «Le unificazioni non si fanno a freddo. I nodi poi vengono al pettine» | VIDEO

«Il Piano Unico dei trasporti è il primo passo che permetterà finalmente a Rende, Cosenza e Castrolibero di avere un unico gestore. Il passaggio successivo porterà alla creazione di una rete condivisa che permetterà di raggiungere a bordo di una corsa il centro storico di Cosenza partendo dall’Università della Calabria». Così l’assessore ai Lavori Pubblici di Rende Domenico Ziccarelli durante la conferenza stampa di questa mattina a Palazzo dei Bruzi.

«Per farla breve – aggiunge – apprezziamo l’accelerazione che vogliono dare dalla Regione, ma non si può prescindere dall’interlocuzione con i rappresentanti locali. Il concetto di città unica per me è superato, un’area metropolitana è la risposta adeguata ai nostri problemi. Alla base di questo percorso di unificazione c’è la condivisione con i sindaci così da portare la discussione tra la gente e all’interno delle associazioni. Non sono operazioni che si fanno e freddo, anche perché poi i nodi, come a Corigliano Rossano, vengono al pettine».

Ziccarelli e l’area metropolitana

Ziccarelli fa sponda al sindaco di Cosenza Franz Caruso sul tema dell’area metropolitana. «Parlare di 108.000 abitanti significa avere una dimensione dei numeri molto limitata – sottolinea -. In questo caso il numero di abitanti sarebbe inferiore ad un qualsivoglia quartiere di Roma. Ecco perché più grande si fa quest’aria, più saranno le opportunità di crescita e di sviluppo».

Leggi anche ⬇️
Leggi anche ⬇️

Articoli correlati