Tutte 728×90
Tutte 728×90

Valoti: «Ho necessità di avvicinarmi a casa. Ma Cosenza si goda i playoff con me» [VIDEO]

Valoti: «Ho necessità di avvicinarmi a casa. Ma Cosenza si goda i playoff con me» [VIDEO]

Il direttore sportivo del Cosenza Aladino Valoti in conferenza stampa ammette le difficoltà: «Guarascio era a conoscenza dal primo giorno delle mie problematiche, sono sempre stato onesto con lui».

Aladino Valoti dà seguito al nostro articolo pubblicato ieri mattina sul suo possibile addio. «In questo momento – ha detto in conferenza stampa – sono nella condizione di dovermi avvicinare a casa. Vivo questo lavoro cercando di dare il massimo ed ho vissuto sei mesi intensi. Il presidente era a conoscenza dal primo giorno di alcune mie problematiche e sono sempre stato onesto con lui. Qui ci sono le condizioni per fare bene, ma lavorare a Cosenza solo tre giorni a settimana mi frena. Nella vita possono sempre esserci sempre delle sorprese, perché non ho preso accordi con nessuno».

Aladino Valoti va subito al dunque. «A me dispiace fare questo tipo di conferenza – dice – Sono venuto qui sei mesi fa con la voglia di fare bene, ma con il presidente ho chiarito da subito la mia difficoltà a portare avanti questo determinato ruolo. Il patron un po’ di tempo fa mi ha chiesto se la mia situazione fosse cambiata perché c’era l’intenzione da parte sua di andare avanti insieme. Gli risposi che in quel momento non avevo ancora delle novità e che ci saremmo risentiti più avanti. Io ritengo di aver fatto le cose giuste, nel rispetto della società e dei tifosi».

Valoti si addentra anche nel discorso relativo ai playoff. «Ci stiamo giocando qualcosa di importante per quello che era l’obiettivo che ci eravamo prefissati con la società, anche se avremmo voluto il quinto posto. Abbiamo centrato i playoff, bisogna dare merito alla proprietà, all’allenatore e ai calciatori. Hanno lavorato bene tutti». Il Cosenza prima di tutto, insomma. «Oggi siamo qui a discutere del problema-Valoti. Anche all’Albinoleffe ho ricevuto chiamate quando le cose andavano bene. Non ho preso impegni con nessuno, il pensiero di avvicinarmi mi sfiora, ma sono concentrato soltanto sulla nostra post-season, vale a dire su un traguardo storico che va vissuto con grande entusiasmo lasciando perdere tutto il resto. Domani ci aspetta una partita difficilissima, noi ci arriviamo bene e mi piacerebbe tanto continuare il cammino per regalare un sogno alla città e ai tifosi. Questa formula ci mette in condizioni di confrontarci con realtà importanti e può succedere di tutto».

Infine Valoti ritorna sull’argomento iniziale. «La proprietà è sempre stata corretta con me – conclude – Io sto cercando di lavorare bene e so benissimo che se un giorno dovessi andare a bussare troverei la porta chiusa. E’ naturale che la società si faccia trovare pronta in ogni caso». (Antonio Clausi)

Related posts