Tutte 728×90
Tutte 728×90

Braglia, mercato e rinnovi: il Cosenza pone le basi per il futuro

Braglia, mercato e rinnovi: il Cosenza pone le basi per il futuro

Mai un allarme per Braglia. Guarascio vedrà Trinchera per comunicargli il budget e partirà la nuova stagione del Cosenza.

Non c’è mai stata nessuna fibrillazione per Braglia, nemmeno un procurato allarme. Le parole pubblicate sulla Gazzetta dello Sport e dette dal tecnico del Cosenza nello scorso week-end hanno colto di sorpresa la società che non era a conoscenza del contenuto e hanno fatto discutere più che altro sui social. Anche l’allenatore è stato sorpreso dal tenore del pezzo perché le frasi utilizzate pare fossero più che altro confidenziali e semplicemente di elogio alla Reggina. Poco male, perché Guarascio non gli ha dato peso e non prende in considerazione potenziali flirt con altre società. Il presidente e l’allenatore hanno già raggiunto l’accordo sull’intesa economica (contratto fino al 2020) e in questa settimana, o all’inizio della prossima, metteranno nero su bianco ogni parola. Giusto il tempo che il trainer toscano torni al pieno delle forze dopo l’operazione a cui si è sottoposto a Napoli qualche settimana fa.

Il budget per il calciomercato

Sia Braglia che specialmente Trinchera, chiamato a ricostruire quasi da zero la squadra, gradirebbero un budget per il calciomercato più alto da quello risicato messo a disposizione nell’ultima stagione. Gli incassi ci sono stati e se ne prevedono di ugualmente importanti. Motivo questo che spinge il direttore sportivo a tirare per la giacca il presidente. Il patron, come suo costume, alla fine lo accontenterà non prima però di aver ragionato centesimo su centesimo sulle previsioni di spesa. Il ds è in Puglia a casa sua, con la famiglia, in vacanza in attesa che Guarascio lo convochi per parlare del futuro. Il numero uno del club alzerà la cornetta nei prossimi giorni e indicherà il da farsi: da scartare in partenza spese folli, scontato l’utilizzo di maggiori risorse rispetto a luglio 2018. Di quanto non è dato a sapersi.

I primi rinnovi

Il passo successivo saranno i rinnovi di Idda (biennale), Bruccini (probabilmente un anno) e Saracco (due anni). Per Dermaku pare che le speranze si siano ridotte ad un lumicino perché il Parma gli ha ribadito di voler fare sul serio. Una volta sancito l’addio, sarà premura di Trinchera consegnare a Braglia un centrale altrettanto affidabile. (Antonio Clausi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it