lunedì,Luglio 22 2024

Guarascio, contestazione sempre più pesante. I tifosi: «Non ne possiamo più»

Nuovo atto della protesta contro il presidente Eugenio Guarascio. I tifosi del Cosenza si sono dati appuntamento nella centrale Piazza Kennedy

Guarascio, contestazione sempre più pesante. I tifosi: «Non ne possiamo più»

Nuovo atto della protesta attuata dalla tifoseria del Cosenza nei confronti del presidente. Lo striscione “Guarascio Vattene” è stato srotolato questa sera a Piazza Kennedy e i cori si sono levati tra i palazzi del centro città. Nonostante l’ormai chiaro indirizzo del massimo esponente del club di restare al proprio posto, i fan rossoblù hanno ribadito con vigore il concetto. «Noi vogliamo un presidente diverso – hanno evidenziato -. Riteniamo la sua esperienza al timone della società esaurita».

L’appoggio dei passanti e degli sportivi

Le rimostranze dei manifestanti sono state appoggiate anche da tanti passanti e semplici sportivi. Hanno invitato i supporter a non mollare, dando il proprio sostegno morale alla ribellione. Le circostanze aiutano a comprendere come l’umore della piazza sia pressoché compatto nel richiedere una svolta ai vertici del Cosenza Calcio. Le manifestazioni di interesse raccolte dal sindaco non hanno aperto alcuna breccia a Via degli Stadi e Guarascio continua nel suo casting finalizzato alla scelta di ds e allenatore.

Contro Guarascio contestazione ad oltranza

I presenti hanno anticipato che, anche con Guarascio fermo sulle sue posizioni, non esauriranno le iniziative. Le più calde si preannunciano a luglio, quando inizierà il ritiro. Nulla è ancora stato stabilito e ufficilizzato, ma l’aspetto sportivo è certo che passerà in secondo piano per diverso tempo ancora. C’è il timore che neppure eventuali risultati positivi spegneranno il fuoco della protesta. Il vento soffia forte non solo sul web e ormai la Serie C c’entra ben poco. In piazza si parlava di dignità.

Articoli correlati