mercoledì,Agosto 10 2022

Goretti: «Occhiuzzi per me scelta migliore. Dionigi non se la sentiva»

Il ds del Cosenza ha motivato la decisione di riportare in panchina il tecnico di Cetraro: «Non mi mette in una situazione ambientale idonea. Ma credo in lui»

Goretti: «Occhiuzzi per me scelta migliore. Dionigi non se la sentiva»

Al fianco di Roberto Occhiuzzi non c’era il presidente Guarascio. Il numero uno del club, ormai da mesi, si guarda bene dal presentarsi dinanzi ai microfoni. È toccato a Roberto Goretti assumersi la responsabilità di una scelta impopolare e motivarla. «Innanzitutto ringrazio Marco Zaffaroni, persona per bene che saluto – ha esordito nel suo intervento -. Cambiare allenatore è stata una decisione ragionata. E quando lo abbiamo deciso avevamo più strade da percorrere. Le abbiamo vagliate ed ho parlato con qualche figura di allenatore. Nella mia valutazione la squadra aveva bisogno di un cambio di atteggiamento».

Goretti e la trattativa con Dionigi

Goretti, dopo un excursus partito da questa estate, arriva al presente. «Ad un certo punto del nostro percorso è mancato qualcosa – dice -. I 15 punti in classifica sono molti per questa squadra, anche perché l’1 settembre il 100% della stampa nazionale ci dava per spacciati. In questa prima fase abbiamo comunque dimostrato di poter lottare, ma avevamo bisogno di un cambiamento e di idee». Il ds svela quindi i retroscena della trattativa con Davide Dionigi, saltata ieri pomeriggio. «Prima di cena mi ha fatto sapere che non se la sentiva più, declinando la nostra corte. Io devo essere sincero: sono venuto qui per la sfida di salvare il Cosenza. Ho questo obiettivo, difficilissimo da raggiungere». 

«Occhiuzzi la persona giusta»

«Devo prendere decisioni impopolari e il presidente ha voluto aspettare stamattina per darmi l’ok su Roberto Occhiuzzi, che era l’altra pista che tenevamo calda. Io ho prospettato i pro, ma anche i contro, di quanto stavamo compiendo. Sono una persona che si butta dappertutto ma con la propria testa – chiude Goretti -. L’anno scorso intravedevo in Roberto idee interessanti e sono convinto che questa sia la migliore soluzione. Lo è nonostante non metta me per primo in una situazione ambientale idonea».