lunedì,Gennaio 30 2023

Bisignano, i lavoratori del depuratore protestano a Catanzaro. «No al licenziamento»

La società sarebbe costretta a chiudere a causa della revoca dell'autorizzazione a conferire le acque già trattate nell'impianto comunale

Bisignano, i lavoratori del depuratore protestano a Catanzaro. «No al licenziamento»

Un sit in di protesta è stato inscenato questa mattina sotto la sede della Regione da una rappresentanza di dipendenti della società privata Consuleco, proprietaria di un impianto di depurazione a Bisignano, in provincia di Cosenza, che ha finora depurato le acque reflue provenienti da diversi enti, anche pubblici regionali.

Venerdì la restante parte di lavoratori, circa una ventina ma altri erano già stati licenziati in precedenza, hanno ricevuto un preavviso di licenziamento a fare data dal 1 novembre. Secondo quanto riferito, la società sarebbe costretta a chiudere a causa della revoca dell’autorizzazione a conferire le acque già trattate nell’impianto comunale di Bisignano. La revoca è stata disposta dal dipartimento Ambiente della Regione Calabria, su sollecitazione dell’amministrazione comunale. 

I lavoratori sono scesi oggi in piazza assieme al sindacato Fiom per chiedere garanzie sulla crisi occupazionale. Alle 12 saranno ricevuti in Regione e chiederanno una soluzione al problema che contempli anche una modifica della precedente autorizzazione in modo da superare l’impasse.

Articoli correlati