sabato,Maggio 25 2024

Viali: «Il Cosenza prova a vincere fino alla fine, stiamo crescendo»

«Nella ripresa non c’è stata partita, è mancato solo il gol. A Rispoli è passata la febbre, per il Brescia aspetto notizie dall'infermeria»

Viali: «Il Cosenza prova a vincere fino alla fine, stiamo crescendo»

William Viali ha analizzato con la consueta disponibilità Cosenza-Perugia, il match che i Lupi non sono riusciti a vincere nel primo dei due incontri casalinghi ravvicinati. «Siamo stati poco qualitativi negli ultimi 20 metri ed abbiamo concesso qualche ripartenza di troppo – ha detto focalizzandosi sul primo tempo -. Gli umbri hanno fatto la gara che ci aspettavamo, ma anche noi. Fino al break tutti hanno effettuato quanto avevo chiesto, salvo sbagliare il cross decisivo. Nella ripresa non c’è stata partita, è mancato solo il gol». 

«Per fare un mini-mini bilancio non posso che parlare dell’obiettivo prefissato: dare coraggio alla compagine. Anche durante i momenti di difficoltà come a Cittadella, restiamo dentro alla partita provando a strappare i tre punti. La lettura, però, andrà fatta a lungo termine» ha tenuto a precisare l’allenatore. 

«La squadra recepisce i miei messaggi»

Viali aveva auspicato di migliorare le statistiche difensive. Negli ultimi quattro mesi è la seconda volta che i rossoblù non prendono gol dopo l’esordio di Benevento. «Stiamo crescendo e sono soddisfatto – ha aggiunto -. Se entriamo nell’aspetto statistico, parliamo di due punti persi, ma io voglio mandare messaggi di un certo tipo e la squadra li sta recependo nel modo corretto. Abbiamo provato a vincere fino all’ultimo secondo e questo avviene in ogni match».

Viali e il post Cosenza-Perugia

«Abbiamo cambiato metodologia di lavoro aumentando i carichi: ecco perché carburiamo a rompere il fiato in questo momento – ha evidenziato ancora Viali dopo Cosenza-Perugia -. Anziché un aspetto tattico, pertanto, la differenza tra l’approccio e il proseguo del match è dovuto a quanto vi ho spiegato. Le partite cambiano anche in base alle caratteristiche dei singoli calciatori. Il punticino? Volevamo vincere e si è visto, ma giocavamo contro una squadra che qualche giorno fa ha battuto il Genoa. La classifica? Non è vera e non lo sarà per un po’. Noi vogliamo stare dentro al mucchio selvaggio e battagliare».

I singoli

«Gozzi e Venturi avevano i crampi, me lo aspettavo perché hanno giocato meno degli altri. Florenzi nella ripresa ha giostrato un po’ più largo per tamponare l’emergenza di non avere terzini di spinta disponibili. Voca ha iniziato a palleggiare molto già a metà primo tempo. Calò? Può migliorare e fare gol anziché prendere il palo. A parte la battuta, però, sta aumentando la qualità delle prestazioni e si sta ritagliando uno spazio importante». Viali, per chiudere, ha diffuso una sorta di bollettino medico. «Rispoli da stamattina è sfebbrato ed avrà quattro giorni di tempo per recuperare. Per gli altri infortunati dobbiamo vedere, anche se per Meroni sono leggermente più possibilista in ottica Brescia».

Articoli correlati