Politica

Centrodestra, Forza Italia alla Lega di Salvini: «Abbiamo le spalle larghe»

Il "caso Calabria" rischia di compromettere gli equilibri nazionali nel centrodestra. Tre esponenti di Forza Italia "avvisano" la Lega.

Il giorno dopo, è anche peggio. La dichiarazione di Matteo Salvini, rilasciato ai cronisti a Perugia, ha fatto scatenare altre polemiche in seno a Forza Italia. Ad intervenire sono Roberto Occhiuto, fratello di Mario e vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, Roberto Brunetta, ex capogruppo di Forza Italia e ancora Mara Carfagna, vicepresidente della Camera dei Deputati. Tutti e tre hanno utilizzato toni duri contro la Lega che, ieri, ha detto no alla candidatura di Mario Occhiuto, quale governatore della Calabria. Ecco quindi le parole dei forzisti, in attesa che arrivino quelle di Silvio Berlusconi.

Le dichiarazioni di Roberto Occhiuto

«Credo che la dichiarazione di ieri di Matteo Salvini sia del tutto estemporanea. Certo ci deve fare riflettere sulla qualità della coalizione, che è tale se ciascuno ha rispetto degli alleati. Se questo rispetto manca – dichiara da Catanzaro, Roberto Occhiuto – evidentemente non ci sono le condizioni per consolidare la coalizione di centrodestra nel Paese. Siamo convintamente nel centrodestra e certo non siamo stati, nè moriremo salviniani. Abbiamo governato e governiamo insieme alla Lega Regioni importanti con buoni risultati».

Il deputato di Forza Italia Roberto Occhiuto risponde alle dichiarazioni di Matteo Salvini
Il deputato di Forza Italia Roberto Occhiuto risponde alle dichiarazioni di Matteo Salvini

PRENDO ATTO CHE IN CALABRIA LA LEGA NON FA LA STESSA COSA, MA ABBIAMO LE SPALLE LARGHE Roberto Occhiuto

«Salvini, però, dovrebbe rendersi conto che lui non è solo il leader della Lega ma deve fare il leader della coalizione, rispettando e federando gli alleati. Appartengo ad una coalizione che ha scelto di sostenere convintamente candidati della Lega nelle Regioni in cui la Lega aveva titolo ad indicarli. Prendo atto che in Calabria la Lega non fa la stessa cosa, ma abbiamo le spalle larghe e abbiamo dimostrato di saper vincere anche da soli quando avevamo tutti contro, come è accaduto a Cosenza due anni fa. Le Lega se ne accorgerà».

Per Brunetta il centrodestra «non c’è più»

Da Milano, invece, Roberto Brunetta – responsabile economico di Forza Italia – parla di un centrodestra che «non c’è più». Questo avviene dopo le parole della Lega. «Io farò come Silvio Berlusconi: non andrò in piazza. Il centrodestra come era prima non c’è più, dopo la scelta della Lega di seguire l’alleanza gialloverde. Che ha fallito. La politica non può vivere solo di contrasto all’immigrazione clandestina. Il modello populista e sovranista giallo-verde ha prodotto solo disastri». E fa riferimento, anche se non direttamente, al rifiuto della Lega di sostenere Mario Occhiuto: «Schiena dritta soprattutto di noi di FI all’interno di un centrodestra tutto da rifondare, lo ripeto, sulla base della pari dignità».

Carfagna: «Forza Italia ha accettato i candidati della Lega»

Il discorso di Mara Carfagna parte dalle imminenti elezioni regionali in Umbria che, a suo dire, «tra 15 giorni sarà liberata dalla cappa di potere clientelare a cui la sinistra l’ha condannata per 50 anni. Per raggiungere questo traguardo storico, per permettere al centrodestra di fare un passo in avanti. Forza Italia aveva tutto il diritto di esprimere il candidato presidente, ma ha fatto un passo indietro. Lo abbiamo fatto per l’unità della coalizione, perché uniti potremo finalmente dare agli umbri il buon governo del centrodestra, per spazzare via la sinistra che pur di mantenere il potere ha dato vita anche in Umbria a quell’abominio che è l’alleanza giallorossa» ha concluso la deputata di Forza Italia, presente a Città di Castello, esponente del centrodestra.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina