domenica,Giugno 23 2024

Il comune di Cosenza parte civile nell’inchiesta “Reset”: via libera dalla Giunta

I presenti all'unanimità hanno votato per la costituzione nel procedimento penale contro la 'ndrangheta cosentina. Scelto anche il difensore: i dettagli

Il comune di Cosenza parte civile nell’inchiesta “Reset”: via libera dalla Giunta

La giunta comunale di Palazzo dei Bruzi, guidata dal sindaco Franz Caruso, ha deliberato la costituzione di parte civile nell’ambito del procedimento penale denominato “Reset“, l’inchiesta della Dda di Catanzaro contro la ‘ndrangheta cosentina. Il tutto arriva dopo l’omessa notifica dell’udienza preliminare che aveva creato il primo intoppo nell’aula bunker di Lamezia Terme, allorquando il gup del tribunale di Catanzaro Fabiana Giacchetti, è stato costretto a rinviare la seduta processuale. Lo scorso 16 giugno, tuttavia, l’amministrazione comunale ha formalizzato la sua volontà di tutelare l’Ente dalla pervasività delle cosche mafiose cosentine.

Comune di Cosenza parte civile nel procedimento “Reset”, cosa scrive la Giunta

Nel giorno della fissazione dell’ordine del giorno trattato in Giunta, erano presenti, oltre al sindaco Franz Caruso, il vicesindaco Maria Pia Funaro, e gli assessori Massimiliano Battaglia, Damiano Cosimo Covelli, Francesco De Cicco (uno dei 245 imputati di “Reset”), Maria Teresa De Marco, Francesco Giordano, Giuseppina Rachele Incarnato e Pasquale Sconosciuto. Assente invece l’assessore Veronica Buffone, quel giorno impegnata fuori regione.

Leggi anche ⬇️

«L’Amministrazione Comunale intende costituirsi parte civile nel suddetto procedimento penale ritenendolo atto dovuto, a tutela dell’immagine della Città di Cosenza, ed esercitare, pertanto, l’azione civile al fine di vedere riconosciuto il diritto al risarcimento di tutti i danni subiti, ivi compreso quello all’immagine» si legge nella delibera. I presenti all’unanimità hanno votato per la costituzione di parte civile, nominando l’avvocato Francesco Chiaia quale difensore di fiducia. La prossima udienza preliminare di “Reset” è prevista per il 23 giugno alle ore 10. Sarà il gup dunque ad accogliere o meno la proposta della giunta cosentina.

Articoli correlati